PDA

Visualizza versione completa : Spyware Kazaa!


Gigi75
08-02-2005, 01.47.33
<p align="center"><img src="http://www.noticiasdot.com/publicaciones/2004/0904/0809/noticias080901/images/kazaa-seguridad.jpg"></p><br><br><br><br><p align="justify"><font size="2">Un terremoto si è abbattuto oggi su Kazaa e le società che con questo modello hanno impostato il loro business: Sharman e Altnet.</font></p><p align="justify"><font size="2">Secondo i documenti prodotti oggi nel processo che vede i responsabili della Rete P2P imputati di violazione delle leggi sul copyright, il Kazaagate,_<strong>sembra che Sharman e Altnet abbiano da sempre monitorato e registrato ogni singolo download e ricerca.</strong><br>Alla base del funzionamento di Kazaa infatti è esistito un complicato meccanismo per fornire c.d. &quot;s<em>ponsored files</em>&quot;.<br>Secondo le preoccupate confidenze dello sviluppatore estone, <strong>non si va lontano a definire questo sistema &quot;<em>al pari di uno spyware</em>&quot;</strong>.</font></p><p align="justify"><font size="2">Proprio per promuovere i files sponsorizzati, sembra che fosse stato messo appunto un complicato monitoraggio della Rete che riguardava alcuni files di importanza commerciale strategica (<em>Gold files</em>).<br>La tesi dei detrattori di Kazaa assume che, se tecnicamente è stato possibile fare ciò anche solo per i Gold files, è evidente che era possibile controllare tutti i files, e dunque controllare i modi leciti ed illeciti con i quali gli utenti utilizzavano la rete di Kazaa.</font></p><p align="justify"><font size="2">Per la verità quanto è emerso stamani dagli atti del processo in corso contro Kazaa, supera la questione strettamente legale, per essere possibile foriera di_timori e paure per_ogni singolo utente.<br>Infatti, come dichiarato da Anthony Rose, CTO Altnet, nel mondo P2P questo monitoraggio non era mai esistito prima e gli utenti hanno potuto godere di grande privacy. Con l'avvento di questo sistema di tracciamento l'ip può essere registrato e ciò significa che <strong>la RIAA potrebbe raccogliere gli indirizzi ip di chiunque abbia cercato o scaricato qualche file!.</strong></font></p><p align="justify"><font size="2">Garth Montgomery, giornalista di <em>APC Magazine</em> ed inviato presso la Corte Federale australiana, non ha avuto timore di definire i documenti emersi stamani come i più esplosivi del processo.</font></p><p align="justify"><font size="2">Infatti è evidente che quanto appurato fa crollare la tesi difensiva che tentava distinquere l'organizzazione commerciale dalla infrastruttura tecnica: per la verità dopo oggi non è più possibile negare che il controllo che le società controllavano sulla rete era completo.<br>Essi non potevano non sapere...</font></p><p align="justify">_</p><br><br><br><br><p align="justify"><font size="2"><a href="http://www.apcmag.com/apc/v3.nsf/0/07A1C8CA269E79B5CA256FA1000F9763" target="_blank">Fonte</a></font></p><br><br><a href="../framer.php?url=http://www.apcmag.com/apc/v3.nsf/0/07A1C8CA269E79B5CA256FA1000F9763" target="_blank"> Leggi la cronaca del processo </a><br><br><br><br>

Gigi75
08-02-2005, 10.53.23
Oggi dovrebbe proseguire l'udienza presso la Corte Federale, quindi probabilmente stasera ci saranno nuove rivelazioni.
:)

Billow
08-02-2005, 14.21.01
Bella news - complimenti ;)

Gigi75
08-02-2005, 14.45.52
Originariamente inviato da Billow
Bella news - complimenti ;)

Io lo so che in fondo sei sincero :p
:D :D :D