PDA

Visualizza versione completa : Strasburgo: giusto il canone RAI


WinTricks
18-04-2009, 11.57.51
http://www.radiotermoli.com/public/foto_news/rai_0.gif









BRUXELLES - La Corte europea dei diritti umani ha dichiarato inammissibile il ricorso di un abbonato Rai che si era visto sigillare il suo televisore dalla Guardia di Finanza per non aver pagato il canone.
Lo si legge in una nota della Corte di Strasburgo.
Il caso risale al 2003, quando la Finanza si era recata a casa di un abbonato vicentino per sigillargli il televisore a seguito del mancato pagamento del canone. L'apparecchio era stato messo in una borsa di nylon così che non potesse essere usato.
L'abbonato, che quattro anni prima aveva scritto alla Rai chiedendo la sospensione dell'abbonamento, aveva fatto ricorso alla Corte sostenendo che fossero stati violati l'articolo 10 della Convenzione europea sui diritti umani sulla libertà di espressione, e l'articolo 8 sul diritto a rispettare la vita privata e della famiglia.
L'uomo sosteneva infatti che l'atto di rendere inutilizzabile il suo televisore fosse una misura sproporzionata che gli impediva anche di vedere i canali privati.
La Corte ha tuttavia dichiarato manifestamente infondato il ricorso, sostenendo che "la misura ha perseguito un fine legittimo: dissuadere individui dal non pagare una tassa, o in altre parole dissuaderli dal mettere fine all'abbonamento al servizio pubblico televisivo".
Secondo la Corte, indipendentemente dalla volontà dell'utente di vedere i programmi sui canali pubblici, "il mero possesso di un televisore lo obbliga a pagare la tassa in questione".
Pertanto, ha aggiunto la Corte, "la misura consistente nel sigillare la televisione del ricorrente in una borsa era proporzionata allo scopo perseguito dalle autorità italiane".



Fonte (http://news.wintricks.it/framer.php?ID=28915)

Aquax
18-04-2009, 12.49.16
A parte il fatto che a Bruxelles probabilmente se ne fregano di quello che facciamo qui (e lo farei pure io se fossi al loro posto), aggiungo che secondo me è una tassa ingiusta visto lo stato attuale della tv "pubblica".

A questo punto allora dovrebbero chiamarla TASSA SUL TELEVISORE, un po' come il bollo auto, cioè basta possederla per pagare una tassa. I soldi xò dovrebbero andare in parti uguali a tutte le emittenti e non solo la rai.

rondix
18-04-2009, 14.30.23
Sacrosanto ...... aggiungo che comunque la tassa sul possesso se andiamo a vedere qual'e' il principio sancito sulla costituzione si puo' considerare anticostituzionale perche' si dovrebbero pagare le tasse in base al principio della capacita' contributiva e comunque volendo non Tassa ma "Imposta". A mio avviso la corte di Bruxelles ha preso una cantonata, ha applicato il principio della proporzionalita' dalla parte della punizione a sfavore dell'abbonato schiacciando totalmente i diritti dell'abbonato.... Andiamo bene, gia' non mancava che in Italia lo stato spesso usa e abusa, ci si mette anche l'UE ..... (Basta che a seguire nessuno risponda che sarebbe giustificato un comportamento del genere visto che tante persone non lo pagano, quella e' tutt'altra storia..... :anger: )

mbmarco
18-04-2009, 15.11.26
Si, ma da quello che si legge in rete bisogna pagare il canone anche solo se si possiede un computer o un qualsiasi dispositivo in grado di elaborare e mostrare video (cellulari di nuova generazione etc...).
:fool: :fool:

Kurtferro
18-04-2009, 15.52.45
Strano che siamo in democrazia perchè questa tassa a tutto il popolo italiano sembra assurda, della RAI ne farei a meno tranquillamente.

roberto45
18-04-2009, 16.40.54
I soliti equivoci all'italiana di cui siamo ipocriti maestri:
Da un canto sbandierano il servizio pubblico ma nonostante la legge non è stato ancora scorporato il bilancio per lo stesso; dall'altro una parte del canone è una tassa e in forza di questo regaliamo alla RAI fior di miliardi di euro affinchè li sperperino con cachet stratosferici. Non contenti di ciò ci ammaniscono programmi per decelebrati fino alle 21.30 e chi lavora non può finire di vedere completamente un film, chissà perchè ? Evidentemente chi gestisce i programmi non lavora alle 8 del mattino!! SERVIZIO PUBBLICO @@@@@@@@@@@@.

Silence
18-04-2009, 16.55.33
Domanda...poniamo il caso che io mi abboni a sky e prenda un videoproiettore collegato al loro decoder. In quel caso che accadrebbe? Non ho una tv...pago un servizio privato...dovrei pagare anche il canone? Sono curioso.

Aquax
18-04-2009, 17.11.54
I soliti equivoci all'italiana di cui siamo ipocriti maestri:
Da un canto sbandierano il servizio pubblico ma nonostante la legge non è stato ancora scorporato il bilancio per lo stesso; dall'altro una parte del canone è una tassa e in forza di questo regaliamo alla RAI fior di miliardi di euro affinchè li sperperino con cachet stratosferici. Non contenti di ciò ci ammaniscono programmi per decelebrati fino alle 21.30 e chi lavora non può finire di vedere completamente un film, chissà perchè ? Evidentemente chi gestisce i programmi non lavora alle 8 del mattino!! SERVIZIO PUBBLICO @@@@@@@@@@@@.Senza contare che la pubblicità sulla RAI è diventata tanta come quella su MEDIASET. :grrr:

Personalmente credo che si appoggino ancora ai "vecchi" abbonati, e purtroppo ce ne sono ancora tanti, e cioè quelli che lo pagano ancora adesso xchè i loro padri, e i loro nonni, si erano abbonati al servizio rai.

Non so quanti "nuovi" abbonati ci siano attualmente, cioè quante nuove famiglie in una nuova casa iniziano a pagare il canone rai.
Io non lo farei mai.

Sergio Neddi
18-04-2009, 17.36.53
Domanda...poniamo il caso che io mi abboni a sky e prenda un videoproiettore collegato al loro decoder. In quel caso che accadrebbe? Non ho una tv...pago un servizio privato...dovrei pagare anche il canone? Sono curioso.
Perché se non si possiede un TV la tassa si deve pagare anche se si possiedono altri apparati in grado di mostrare video (indipendentemente quindi dal fatto che sia o meno visualizzabile un programma RAI), come ad esempio un computer, un telefonino o addiruttura un videocitofono (in quanto potresti utilizzare appunto un sintonizzatore o decoder per mandargli un segnale video - e ti voglio vedere a farlo, inoltre secondo me in tal caso sarebbe più giusta una tassa sul decoder - sintonizzatore che fisicamente può ricevere, non un dispositivo che non può fisicamente visualizzare ciò che non può ricevere).

RunDLL
18-04-2009, 17.55.34
Dovrebbero fare delle televisioni che non possano sintonizzarsi sulle frequenze della RAI. Ti pare che se io non voglio vedere la RAI mi tocca pagare il canone per forza?!

AttenderePrego
18-04-2009, 23.00.55
Sono notizie che fanno ribollire il sangue... Ma chiarirei con il dire:
1. Se il pagamento è una tassa sulle radio audizioni (così il vecchio nome) la stessa dovrebbe essere suddivisa tra tutte le emittenti (secondo un modello da denifinire)
2. Dal momento che tutto il canone finanzia mamma Rai allora non capisco il perchè di tutta la pubblicità che fanno. Quindi dal momento che, visivamente parlando, i tempi di messa in onda di pubblicità e programmi è identica per tutti i canali, allora significa che sono molto più bravi gl'altri a fare televisione => restano in piedi senza canone e più fanno un sacco di utili!!
3. Vedo veramente ingiusto far pagare qualcosa solo sull'intenzione di utilizzare o meno una funzionalità. E' come se dovessi pagare il bollo di circolazione, solo per possedere un motore a scoppio. Siccome con il tuo motore, ti puoi costruire un'auto, allora ti tasso in anticipo... non si sa mai...
4. Mi chiedo perchè, a questo punto, data la penetrazione di mercato di videofonini, notebook, e desktop, la guardia di finanza non vada di casa in casa a farsi pagare regolarmente il canone dato che la legge prevede questo. Perchè deve essere sempre interpretata?!? Direi che più del 95% degli italiani in casa hanno un qualsiasi apparato elettronico atto a poter visualizzare (neanche a riceverla) una trasmissione televisiva, ma la percentuale non è così alta di quelli che pagano il canone! Quindi o lo si paga tutti o nessuno.
Sfogo finito.

Diablos
19-04-2009, 00.58.20
Il bello è che la rai da certe parti si vede da schifo, meno male che esiste il satellite. Prendo diversi canali in digitale terrestre ma nessuno della rai. Se pago un servizio ne vorrei usufruire.

ciccio.unico
19-04-2009, 02.22.34
è il nome della tassa sbagliato: è il canone TV non rai. Basta che la possiedi e paghi, TV o equivalente (videoregistratore, computer...).
Mi chiedo: se è un possesso, in un condominio non si può tutti dichiarare che tutte le TV sono di un singolo inquilino e si divide la tassa tra tutti! Le possiede tutte lui! :)

Adrix82
19-04-2009, 10.48.28
DOVREBBERO METTERE IL CANONE SU TESSERA SMART CARD COME MEDIASET PREMIUM:
chi vuole vedere la RAI paga e vede. si potrebbe anche scindere la tassa sul possesso dal canone RAI cosicchè uno può essere in regola col possesso del televisore e scegliere di non guardare i programmi RAI.

Siddhartha
19-04-2009, 11.25.33
Sarebbe ora che tutti lo pagassero, non solo gli onesti come me, domandiamo un pò se gli extracomunitari lo pagano :grrr:

Aquax
19-04-2009, 18.53.51
Sarebbe ora che tutti lo pagassero, non solo gli onesti come me, domandiamo un pò se gli extracomunitari lo pagano :grrr:
Sarebbe ora che tutti NON lo pagassero.

cippico
20-04-2009, 08.23.47
DOVREBBERO METTERE IL CANONE SU TESSERA SMART CARD COME MEDIASET PREMIUM:
chi vuole vedere la RAI paga e vede. si potrebbe anche scindere la tassa sul possesso dal canone RAI cosicchè uno può essere in regola col possesso del televisore e scegliere di non guardare i programmi RAI.

quello che sostengo io da tempo...
visto che il digitale terrestre lo permetterebbe...
chi si compra la card rai ogni anno vede...chi non vuole vedere la rai non la compra...
e basta canone a favore rai come succede oggi...

ciaooo a tutti

RNicoletto
20-04-2009, 11.09.46
@TUTTI - Il "canone RAI" non è il canone da pagare per guardare/ascolare la RAI! :o

Con le ultime disposizioni di legge in materia il canone RAI è stato convertito in tassa di possesso per tutti gli apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle radioaudizioni.

Quindi, il fatto che uno guardi o meno la RAI non c'entra nulla con il discorso che debba/non debba pagare il canone RAI. :x:

Secondo le interpretazioni più stringenti della normativa è sufficiente possedere una radio (anche se la radio è quella dell'autoradio, del telefonino o del lettore MP3) o un computer per essere soggetti a tale tassa.

Poi, come riportato anche da Siddhartha, siamo in Italia e pertanto ci sono comuni dove il canone viene pagato dal 99% delle famiglie e comuni dove il canone lo paga una famiglia su tre. :rolleyes:

Flying Luka
20-04-2009, 11.17.26
@TUTTI - Il "canone RAI" non è il canone da pagare per guardare/ascolare la RAI! :o

Con le ultime disposizioni di legge in materia il canone RAI è stato convertito in tassa di possesso per tutti gli apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle radioaudizioni.

Quindi, il fatto che uno guardi o meno la RAI non c'entra nulla con il discorso che debba/non debba pagare il canone RAI. :x:



Questa è una sacrosanta verità! (Y)

Si paga il possesso, e non la visione dei programmi.

Anche se poi, però, la "tassa di posseso", cioè canone, finisce comunque nelle tasche di mammarai, mi pare.

Frequency
20-04-2009, 11.18.40
@TUTTI - Il "canone RAI" non è il canone da pagare per guardare/ascolare la RAI! :o

Con le ultime disposizioni di legge in materia il canone RAI è stato convertito in tassa di possesso per tutti gli apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle radioaudizioni.

Quindi, il fatto che uno guardi o meno la RAI non c'entra nulla con il discorso che debba/non debba pagare il canone RAI. :x:

Secondo le interpretazioni più stringenti della normativa è sufficiente possedere una radio (anche se la radio è quella dell'autoradio, del telefonino o del lettore MP3) o un computer per essere soggetti a tale tassa.

Poi, come riportato anche da Siddhartha, siamo in Italia e pertanto ci sono comuni dove il canone viene pagato dal 99% delle famiglie e comuni dove il canone lo paga una famiglia su tre. :rolleyes:


giustissimo. (Y)

paciullo
20-04-2009, 19.35.45
Oggigiorno di informazione c'è ne tanta, ma è rara quella attendibile.!!
Mi piacerebbe sapere proprio come la Guardia di Finanza è entrata in casa del malcapitato. Ve lo dico io...solo perchè "il non pagatore del canone" ha scelto di propria volontà di farli entrare ammesso che di G di F si trattasse. La proprietà privata è un bene inviolabile...non l'ho detto io ma qualcuno che ha scritto la costituzione, infatti sono ben pochi i motivi "d'urgenza" che permettono alle forze dell'ordine di entrare in una abitazione sia con o senza mandato della Magistratura, e senz'altro il mancato pagamento del canone non rientra tra questi...credetemi!!!! Che poi sia giusto pagarlo è un altro discorso,,,ma andate a dirlo da roma in giù e poi vediamo cosa vi rispondono in merito, visto l'elevano numero di evasioni.