PDA

Visualizza versione completa : Orgoglio gay nella polizia... ma perché?


Doomboy
02-09-2008, 13.54.45
Non vorrei sembrare poco sensibile, xenofobo o quant'altro, ma io proprio non capisco che senso abbia quest'iniziativa di un gruppo di agenti di polizia, di sbandierare le proprie preferenze sessuali creando una sorta di associazione degli omosessuali in divisa.

Non capisco a cosa serva. Perché c'è questa necessità di rivendicare la propria identità sessuale in un contesto che è prima di tutto lavorativo e poi, sopratutto, delicato come quello dell'ambito delle forze dell'ordine? Perché questo "esibizionismo"?

A me cittadino cosa interessa quando mi fermi per farmi la multa o quando ti chiamo per una rapina, se sei eterosessuale o omosessuale?

Trovo ridicola questa discesa in campo. Se il popolo gay vuole riconoscimento e vuole poter essere libero di vivere la propria sessualità ben venga, non ho nulla contro questo principio. Ma non invadiamo le sfere che non riguardano la sessualità in quanto scelta di vita.

Che ne pensate? Tra poco saremo noi eterosessuali a sentirci discriminati, se continua così, solo perché qualcuno pensa che siamo "normali" e quindi non abbiamo bisogno di gridare ai quattro venti quanto ci piace la "ciccina". Tra l'altro considerazione a latere: Se io che sono eterosessuale gridassi ai quattro venti W LA FICA sarei preso per depravato, volgare, maleducato e chi più ne ha più ne metta, ma se provo a dire che mi fa schifo vedere, per esempio durante il gay pride, le strade invase di omaccioni oliati e col perizoma, allora sono un fascista xenofobo.... ma perché????

Robbi
02-09-2008, 14.06.35
Letta distrattamente la notizia questa mattina, non faccio nessun commento in quanto quoto il tuo post.
Anzi un commento lo faccio








W la fi@a
Firmato
Il comitato promotore di WT

Robbi
02-09-2008, 14.13.39
Più seriamente posso dire che forse è anche vero che i gay sono discriminati o lo sono stati nella nostra società civile, se questo è vero come è vero è un errore.
Non mi interessano le pulsioni sessuali delle persone con cui ho a che fare, mi interessano che siano serie, corrette e professionali se in ambito lavorativo, scolastico, istituzionale ecc.

Ritengo che se uno/a ama farselo schiantare o farsela lappare, sono affari suoi privati. Trovo anche corretto denunciare discriminazioni sessuali ove presenti, ma ridurre il fenomeno del mondo gay a delle carnevalate, mi pare riduttivo e poco rispettoso, per gli stessi gay.

exion
02-09-2008, 14.24.07
Penso che il problema sia semplicemente che se un poliziotto, fuori dal suo servizio e quindi nel suo tempo libero, viene visto da un collega mano nella mano con un altro uomo, la sua carriera è finita. Penso che sia una realtà di fatto.

Non credo che ai poliziotti gay interessi in alcun modo di rivendicare la propria sessualità durante le ore di servizio ma che, al contrario, il fatto di rivendicarla nei momenti di vita privata non diventi argomento di discriminazione sul lavoro. Il che è sicuramente la situazione attuale.

Doomboy
02-09-2008, 14.26.36
Exion, conosci un minimo l'ambiente "militare" e comunque della divisa? Pensi che dichiararsi orgogliosamente gay li salverà dalle prese per il culo dei colleghi? Dalle piccole e grandi vessazioni?

Secondo me, NO.

Gergio
02-09-2008, 14.27.36
questa e' una considerazione che non avevo fatto: potrebbe essere come dici tu :)

SK888
02-09-2008, 14.27.45
ora frasi come "stavo sorpassando in curva e dietro l'angolo c'era la polizia che me l'ha messo nel C !" non avranno più lo stesso significato...

exion
02-09-2008, 14.30.19
Exion, conosci un minimo l'ambiente "militare" e comunque della divisa? Pensi che dichiararsi orgogliosamente gay li salverà dalle prese per il culo dei colleghi? Dalle piccole e grandi vessazioni?

Secondo me, NO.


Ovviamente no. Proprio per questo, presumo, avranno sentito la necessità di associarsi per far sentire un messaggio che un singolo da solo non sarebbe in grado di far passare.

SK888
02-09-2008, 14.34.48
no dai, seriamente:

non capisco queste cose, non me ne capacito.
Insomma, che problema c'è se lo sei ? Basta che non mi rompi le balle a me che non lo sono !
E' una cosa che non concepisco ma la posso accettare, a patto che mi si lasci in pace, percui basta con queste menate ! Manifestazioni, battaglie, raduni...

Parlano tanto che vogliono stare tranquilli con la loro vita, la loro diversità ed avere pari diritti... intanto vedi alcuni sbraitare e gridare come delle pazze isteriche in mezzo alla strada e chissà come mai dove c'è un locale di "tendenza" c'è sempre un bordello allucinante.
in ferie sono stato in america su un vialone pieno di locali. pieno zeppo !
sta di fatto che tutti i locali erano caratterizzati dal classico rumore da locale, davanti al locale gay invece un bordello allucinante. In più ad ogni persona che passava davanti al locale camminando sul marciapiede "gli animatori" del locale pizzicavano il culo ai turisti e facevano moine.
Ma dico io, perchè mi devi rompere le palle ?? E' così che dimostri il tuo orgoglio ?
Se sono come voi entro nel locale e ve lo faccio capire, ma se non lo sono non ti devi permettere di palparmi il culo, pizzicarmelo e strusciarti addosso a me perchè esageri e mi dai fastidio.

Poi (sempre gli stessi) andavano in giro in piedi dentro il pick up a fare un casino per le strade, a fare le sceneggiate, ad invitare la gente a forza di urletti da femminuccia. E' questo l'orgoglio ? Perchè diciamo la verità, ce ne sono parecchi che fanno così.

Ok, lasciamo stare il locale. Ma in giro come si comportano normalmente ?
Perchè ti devi atteggiare ? Nemmeno una femmina ha certe movenze.
Invece sempre a fare gli stupidi, a fare battutine, a rompere le balle, a dare bacini ecc.. ecc.. si riconoscono sempre a distanza.

Percui veramente non riesco a comprendere tutto ciò. Se veramente sei orgoglioso di essere come sei, non rompere le balle alla gente, porta con onore ciò che ti senti di portare. Punto e basta.

Doomboy
02-09-2008, 14.38.00
Ovviamente no. Proprio per questo, presumo, avranno sentito la necessità di associarsi per far sentire un messaggio che un singolo da solo non sarebbe in grado di far passare.

Capisco la logica di fondo, ma a mio modo di pensare, ed applicando la più spiccia psicologia, secondo me non funzionerà. L'ambiente della divisa è fortemente maschilista e mascolino da sempre, già l'entrata di donne nell'arma è stata difficile, anche perché tutto sommato si è sempre cercato, per ovvie necessità, di tenere la sessualità lontana dall'ambiente delle caserme.

Pensa che casino in camerata, sapendo che "quello che dorme nella branda sotto la mia" è gay... A molti questa cosa creerebbe scompiglio.

Sbavi
02-09-2008, 14.44.25
Ci sono travoni in polizia? :mm:

Ma non le fanno le selezioni?

Robbi
02-09-2008, 14.51.05
@SK888
Stai vedendo un aspetto del mondo gay. Io credo ce ne siano molti dignitosamente silenti.
Nell'ambiente in cui lavoro ce ne sono una marea, alcuni manifesti altri no, in 25 anni non uno che ci abbia provato palesemente, anche perchè... beh insomma, ho la sberla facile ;)

SK888
02-09-2008, 15.03.10
@SK888
Stai vedendo un aspetto del mondo gay. Io credo ce ne siano molti dignitosamente silenti.
Nell'ambiente in cui lavoro ce ne sono una marea, alcuni manifesti altri no, in 25 anni non uno che ci abbia provato palesemente, anche perchè... beh insomma, ho la sberla facile ;)

certo non lo metto in dubbio robbi, il problema secondo me è che sono prioprio questi atteggiamenti di molti che hanno portato a situazioni di discriminazione nei loro confronti.
non sarebbe stato meglio che al gaypride fossero andati vestiti normalmente in un normale raduno pacifico, discorsivo e conoscitivo invece che travestirsi in una maniera assurda, fare casino e ridicolizzarsi da soli ?
Chi quando pensa ai beach boys non ride pensando al poliziotto gayazzo perchè era vestito in quella maniera assurda?

Doomboy
02-09-2008, 15.12.21
certo non lo metto in dubbio robbi, il problema secondo me è che sono prioprio questi atteggiamenti di molti che hanno portato a situazioni di discriminazione nei loro confronti.
non sarebbe stato meglio che al gaypride fossero andati vestiti normalmente in un normale raduno pacifico, discorsivo e conoscitivo invece che travestirsi in una maniera assurda, fare casino e ridicolizzarsi da soli ?


Abbastanza d'accordo.


Chi quando pensa ai beach boys non ride pensando al poliziotto gayazzo perchè era vestito in quella maniera assurda?


OT: Non è che parli dei Village People? :mm:

SK888
02-09-2008, 15.14.15
OT: Non è che parli dei Village People? :mm:

si mannaggia ! erroraccio ! :)

exion
02-09-2008, 15.18.50
Capisco la logica di fondo, ma a mio modo di pensare, ed applicando la più spiccia psicologia, secondo me non funzionerà. L'ambiente della divisa è fortemente maschilista e mascolino da sempre, già l'entrata di donne nell'arma è stata difficile, anche perché tutto sommato si è sempre cercato, per ovvie necessità, di tenere la sessualità lontana dall'ambiente delle caserme.

Pensa che casino in camerata, sapendo che "quello che dorme nella branda sotto la mia" è gay... A molti questa cosa creerebbe scompiglio.


Perfettamente d'accordo. D'altra parte se raggruppandosi in associazione pensano di potersi difendere meglio dal pregiudizio... Boh... Che male c'è?

Doomboy
02-09-2008, 15.21.18
C'è che si crea una spettacolarizzazione controproducente, secondo me. La libertà sessuale nel mondo del lavoro non è un problema mediatico. Almeno, io la vedo così.

Thor
02-09-2008, 15.22.17
se uno/a ama farselo schiantare o farsela lappare ma lol :lol:

tu hai studiato con me a Oxford, ne sono certo, riconosco l'accento! :lol:

ora frasi come "stavo sorpassando in curva e dietro l'angolo c'era la polizia che me l'ha messo nel C !" non avranno più lo stesso significato... cappotto! :lol:

Ci sono travoni in polizia? :mm:

Ma non le fanno le selezioni?certo, te lo chiedono con un quiz a crocette? oppure ti fan vedere una foto di un uccello e ti chiedono "ti piacerebbe accarezzarlo"? :lol:

Thor
02-09-2008, 15.24.45
no dai, seriamente:

non capisco queste cose, non me ne capacito.
Insomma, che problema c'è se lo sei ? Basta che non mi rompi le balle a me che non lo sono !
E' una cosa che non concepisco ma la posso accettare, a patto che mi si lasci in pace, percui basta con queste menate ! Manifestazioni, battaglie, raduni...

Parlano tanto che vogliono stare tranquilli con la loro vita, la loro diversità ed avere pari diritti... intanto vedi alcuni sbraitare e gridare come delle pazze isteriche in mezzo alla strada e chissà come mai dove c'è un locale di "tendenza" c'è sempre un bordello allucinante.
in ferie sono stato in america su un vialone pieno di locali. pieno zeppo !
sta di fatto che tutti i locali erano caratterizzati dal classico rumore da locale, davanti al locale gay invece un bordello allucinante. In più ad ogni persona che passava davanti al locale camminando sul marciapiede "gli animatori" del locale pizzicavano il culo ai turisti e facevano moine.
Ma dico io, perchè mi devi rompere le palle ?? E' così che dimostri il tuo orgoglio ?
Se sono come voi entro nel locale e ve lo faccio capire, ma se non lo sono non ti devi permettere di palparmi il culo, pizzicarmelo e strusciarti addosso a me perchè esageri e mi dai fastidio.

Poi (sempre gli stessi) andavano in giro in piedi dentro il pick up a fare un casino per le strade, a fare le sceneggiate, ad invitare la gente a forza di urletti da femminuccia. E' questo l'orgoglio ? Perchè diciamo la verità, ce ne sono parecchi che fanno così.

Ok, lasciamo stare il locale. Ma in giro come si comportano normalmente ?
Perchè ti devi atteggiare ? Nemmeno una femmina ha certe movenze.
Invece sempre a fare gli stupidi, a fare battutine, a rompere le balle, a dare bacini ecc.. ecc.. si riconoscono sempre a distanza.

Percui veramente non riesco a comprendere tutto ciò. Se veramente sei orgoglioso di essere come sei, non rompere le balle alla gente, porta con onore ciò che ti senti di portare. Punto e basta.ottimo post. quotone (Y)

SMH17
02-09-2008, 15.29.13
Questo è quello che penso io, premettendo che non sono fascista(anzi l'esatto contrario), religioso(sono infatti ateo) o quant altro l'omosessualità è una malattia non certo una scelta di vita come alcuni gay-vip vogliono far credere, non per questo si deve descriminare nessuno ma è ipocrita negarlo se agli uomini piacciono le donne la ragione è biologica non è che uno lo sceglie.
E' scorretto che vengano maltrattati come è scorretto che loro tengano atteggiamenti inopportuni nei confronti di chi non è come loro come ha fatto notare SK888...quindi perchè ste c@zz@te dei gay-pride rivendicazioni dei diritti (addirittura di adozione :fool: )ecc.
hanno i diritti degli altri cittadini se vogliono stare insieme tra loro che lo facciano e basta senza questo inutile sfarzo e altre sciocchezze...se tengono un atteggiamento consono anzi è meglio che ce ne siano tanti: più disponibilità femminile agli etero :D .

infinitopiuuno
02-09-2008, 15.41.08
Visitando il mio sito preferito ho trovato il link:http://www.arcigay.it/mese-dell%E2%80%99orgoglio-gay:-padova,-milano,-catania

..ma è datato.... :mm:

infinitopiuuno
02-09-2008, 15.42.42
Pure in Dianetics è contro l'omosessualità considerata alla stessa stregua di una malattia....

PS
Mi sto interessando alla setta..è pieno di gnocche;)

exion
02-09-2008, 15.45.43
Pure in Dianetics è contro l'omosessualità considerata alla stessa stregua di una malattia....

PS
Mi sto interessando alla setta..è pieno di gnocche;)


[OT]
Attento che ti pelano, una escort di lusso al giorno costa meno di Scientology :lol:
[OT]

Robbi
02-09-2008, 15.45.52
cut..l'omosessualità è una malattia

Mamma mia! :eek:
Nel medioevo forse la pensavano così, oggi mi pare che questa affermazione sia una forzatura e non in linea con il concetto stesso di "malattia"
:)

exion
02-09-2008, 15.47.08
C'è che si crea una spettacolarizzazione controproducente, secondo me. La libertà sessuale nel mondo del lavoro non è un problema mediatico. Almeno, io la vedo così.


Boh... Può darsi. Personalmente non so che iniziative abbiano preso questi poliziotti gay, quindi non saprei dirti. Possibilissimo che tu abbia ragione.

SMH17
02-09-2008, 15.54.09
Mamma mia! :eek:
Nel medioevo forse la pensavano così, oggi mi pare che questa affermazione sia una forzatura e non in linea con il concetto stesso di "malattia"
:)

E perchè scusa?? L'ho detto e lo ripeto se alle donne piacciono gli uomini e agli uomini le donne è perchè siamo biologicamente "portati" a questo, castra il cane e vedrai che non inseguirà più le cagnette...:o

...o forse è solo un caso... magari ci alziamo una mattina e diciamo "io quasi quasi scelgo di essere etero" :rolleyes:

E' la cieca ipocrisia che nel 2008 ancora si deve respirare ad essere medioevale :grrr:

Doomboy
02-09-2008, 15.59.01
Il cane non ha il libero arbitrio però. Gli animali seguono dei processi mentali basilari, molto più chimici e molto meno razionali. Per gli altri animali l'accoppiamento è finalizzato esclusivamente alla riproduzione, mentre all'essere umano è necessario il piacere, altrimenti a causa del libero arbitrio, se l'accoppiamento fosse stata una necessità finalizzata solo alla riproduzione, ci saremmo estinti da quel dì.

Ti immagini: "Caro, facciamo un figlio stasera?. No cara! Lo sai che il mercoledì c'è la Champion's" :lol:

Per cui parlare nei termini da te portati non si addice all'animale uomo, secondo me.

Si potrebbero fare mille altri esempi, anche riferiti al solo contesto eterosessuale, ma se fosse come dici tu non saremmo attratti da una donna più bella e sexy piuttosto che da una (con tutto il rispetto) bruttina, in sovrappeso o quant'altro. Il concetto stesso di "sexy" non esisterebbe. Non ti pare?

SK888
02-09-2008, 16.01.05
Mamma mia! :eek:
Nel medioevo forse la pensavano così, oggi mi pare che questa affermazione sia una forzatura e non in linea con il concetto stesso di "malattia"
:)

beh, forse ha usato questo termine perchè più semplice e spontaneo. penso che intendesse qualcosa come "disfunzione", "difetto" mentale..

SMH17
02-09-2008, 16.04.43
Il cane non ha il libero arbitrio però. Gli animali seguono dei processi mentali basilari, molto più chimici e molto meno razionali. Per gli altri animali l'accoppiamento è finalizzato esclusivamente alla riproduzione, mentre all'essere umano è necessario il piacere, altrimenti a causa del libero arbitrio, se l'accoppiamento fosse stata una necessità finalizzata solo alla riproduzione, ci saremmo estinti da quel dì.

Ti immagini: "Caro, facciamo un figlio stasera?. No cara! Lo sai che il mercoledì c'è la Champion's" :lol:

Per cui parlare nei termini da te portati non si addice all'animale uomo, secondo me.

Si potrebbero fare mille altri esempi, anche riferiti al solo contesto eterosessuale, ma se fosse come dici tu non saremmo attratti da una donna più bella e sexy piuttosto che da una (con tutto il rispetto) bruttina, in sovrappeso o quant'altro. Il concetto stesso di "sexy" non esisterebbe. Non ti pare?

C'è eccome il concetto di sexy, ad essere sexy sono le donne che dimostrano una forma perfetta e un bell'aspetto indice di perfetta condizione fisica e quindi di miglior mantenimento della specie (su questo se ne era parlato anche in un interessante rubrica di quark), l'uomo in quanto "animale evoluto" al concetto prettamente carnale e fisico associa dell'altro ma i gusti sessuali etero o omo non sono certo dettati da una scelta di partito :fool:

Gergio
02-09-2008, 16.05.18
forse non tutti sanno che...

l'omosessualita' esiste anche nel mondo animale (http://it.wikipedia.org/wiki/Omosessualit%C3%A0_negli_animali)

Doomboy
02-09-2008, 16.06.57
Non mi trovi molto d'accordo sul tuo principio di base, e comunque volendo ribaltare il concetto ci sono molti studi che starebbero indicando come diffusa anche l'omosessualità negli animali. Ma non è di questo che stiamo discutendo, per cui evito di andare OT.

infinitopiuuno
02-09-2008, 16.10.46
In generale tutti dicono che essere gay nel 2008 non è un problema.

Però se chiedi ad un novello sposo se desidera un maschio, una femmina(eterosessuali) o un gay, ti risponderà: meglio i primi due.

Tra dire e il fare......

SMH17
02-09-2008, 16.11.29
forse non tutti sanno che...

l'omosessualita' esiste anche nel mondo animale (http://it.wikipedia.org/wiki/Omosessualit%C3%A0_negli_animali)

Premettendo che anche gli animali possono essere malati comunque bisogna distinguere omosessualità da omosessualità-compulsiva (vedi omosessualità da astinenza nei carceri) ;)

Robbi
02-09-2008, 16.14.01
beh, forse ha usato questo termine perchè più semplice e spontaneo. penso che intendesse qualcosa come "disfunzione", "difetto" mentale..

Ti ringrazio per l'interpretazione, ma non è assolutamente così, ho studiato troppo poco per competere con chi ha "pensieri illuminati "
:)

SMH17
02-09-2008, 16.14.36
In generale tutti dicono che essere gay nel 2008 non è un problema.

Però se chiedi ad un novello sposo se desidera un maschio, una femmina(eterosessuali) o un gay, ti risponderà: meglio i primi due.

Tra dire e il fare......
:lol:

infinitopiuuno
02-09-2008, 16.15.31
Il bonobo è una delle poche specie animali - oltre all'uomo - che pratica il sesso non esclusivamente a scopo riproduttivo, ma anche ricreativo: le attività sessuali osservate in queste scimmie sia in cattività, sia nel loro ambiente naturale sono molto varie e includono sesso orale, rapporti omosessuali e sesso eterosessuale al di fuori del periodo fertile delle femmine. Si è dimostrato che l'attività sessuale è utilizzata da questi animali per "allentare la tensione" (per l'individuo o per il sociale, come nella circostanza di una disputa per un albero fruttifero da parte di due gruppi diversi) e secondo alcuni la loro società pacifica si deve proprio a questa pratica.



In pratica se uno della compagnia è triste e depresso lo sodomizzano fino a quando ride.

Gergio
02-09-2008, 16.16.19
dal link che ho segnalato (e che, evidentemente, non ti sei preoccupato di leggere):

Una ricerca effettuata sulle pecore afferma che:
"Approssimativamente l’8% degli arieti mostra (anche se viene data una scelta) preferenze sessuali per membri dello stesso sesso, in contrasto con la maggior parte degli arieti che preferisce partner di sesso opposto”.

Doomboy
02-09-2008, 16.16.53
In pratica se uno della compagnia è triste e depresso lo sodomizzano fino a quando ride.


:lol:

Quindi siccome "prevenire è meglio che curare", si stampano tutti in faccia un sorriso modello paresi e via :o

SK888
02-09-2008, 16.23.56
Ti ringrazio per l'interpretazione, ma non è assolutamente così, ho studiato troppo poco per competere con chi ha "pensieri illuminati "
:)

robbi, sinceramente non l'ho capita

SMH17
02-09-2008, 16.25.29
Ti ringrazio per l'interpretazione, ma non è assolutamente così, ho studiato troppo poco per competere con chi ha "pensieri illuminati "
:)

Beh a portarla sul medievale sei stato tu, ma se qualcuno è in grado di spiegarmi come mai i mammiferi (a cui credo apparteniamo anche noi) hanno sesso o mascile o femminile, e, non sesso mascile-femminile insieme(in quel caso saremmo ermafroditi) tanto di cappello :o
PS
Un signore della mia zona perfettamente etero fino all'età di 25 anni quando è stato malauguratamente colpito da un cancro ai testicoli ha dichiarato pochi anni dopo il triste evento che prova attrazione indistinta per maschi e femmine

magari prova a fare una bella cura prolungata a base di estrogeni e poi riparliamo se l'orientamento sessuale è una scelta di vita:devil:

Robbi
02-09-2008, 16.27.18
robbi, sinceramente non l'ho capita

Non importa non è rivolta a te ;)

Gergio
02-09-2008, 16.29.05
ti andrebbe di esplicitare questo concetto?

cioe': l'omosessualita' e' una malattia di per se', oppure e' causata da altre malattie? Nel secondo caso, ci sono malattie specifiche?

Robbi
02-09-2008, 16.30.42
Beh a portarla sul medievale sei stato tu, ma se qualcuno è in grado di spiegarmi come mai i mammiferi (a cui credo apparteniamo anche noi) hanno sesso o mascile o femminile, e, non sesso mascile-femminile insieme(in quel caso saremmo ermafroditi) tanto di cappello :o
PS
Un signore della mia zona perfettamente etero fino all'età di 25 anni quando è stato malauguratamente colpito da un cancro ai testicoli ha dichiarato pochi anni dopo il triste evento che prova attrazione indistinta per maschi e femmine
magari prova a fare una bella cura prolungata a base di estrogeni e poi riparliamo dell'orientamento sessuale :devil:

Ascolta, ho replicato al fatto che tu ritieni l'omossessualità una malattia, e per me è un pensiero medioevale oltre che vergognoso. Ti auguro di non avere un figlio/a gay in vita tua.

La mia "polemica" pubblica si conclude qui, il mio ruolo non me lo consente!

SMH17
02-09-2008, 16.35.24
ti andrebbe di esplicitare questo concetto?

cioe': l'omosessualita' e' una malattia di per se', oppure e' causata da altre malattie? Nel secondo caso, ci sono malattie specifiche?

può essere causata da una carenza nella produzione di testosterone che può essere causata da una semplice disfunzionalità o da vere e proprie malattie come quella dello sfortunato esempio che ho riportato nel caso di aberrazioni comportamentali accertati si possono riscontrare comportamenti quasi sempre bisessuali, non è un caso che i comportamenti omosessuali non si delineano mai prima della pubertà(periodo di sviluppo degli organi sessuali).

SMH17
02-09-2008, 16.36.41
Ascolta, ho replicato al fatto che tu ritieni l'omossessualità una malattia, e per me è un pensiero medioevale oltre che vergognoso. Ti auguro di non avere un figlio/a gay in vita tua.

La mia "polemica" pubblica si conclude qui, il mio ruolo non me lo consente!

Io non ho detto mai che vanno discriminati intendiamoci un figlio gay lo accetterei come accetterei qualsiasi altro figlio malato, la malattia non deve mai essere causa di alcuna discriminazione l'unica differenza è che per te la sua omosessualità sarebbe una scelta che un bel giorno fa, per me, una malattia come un'altra evidentemente perchè la mia "mente medioevale" non si è accorta che il nostro stadio evolutivo è quello ermafrodita e non mammifero. :grrr:

Gergio
02-09-2008, 16.41.32
perdona se insisto ancora, ma non mi e' chiaro quello che mi hai scritto: forse si e' persa un po' di punteggiatura :)


per esempio, che vuol dire "nel caso di aberrazioni comportamentali accertati si possono riscontrare comportamenti quasi sempre bisessuali" ?

SMH17
02-09-2008, 16.44.48
perdona se insisto ancora, ma non mi e' chiaro quello che mi hai scritto: forse si e' persa un po' di punteggiatura :)


per esempio, che vuol dire "nel caso di aberrazioni comportamentali accertati si possono riscontrare comportamenti quasi sempre bisessuali" ?

Nel senso che in "rari casi" è stata studiata attrazione indistinta per lo stesso sesso senza disfunzioni di carattere prettamente fisico ma in questi casi i soggetti risultavano essere attratti dal sesso opposto sempre e comunque.

Gergio
02-09-2008, 16.48.21
quindi anche soggetti "sani" (seguendo il tuo ragionamento, correggimi se sbaglio) hanno mostrato comportamenti omosessuali?

SMH17
02-09-2008, 16.51.30
quindi anche soggetti "sani" (seguendo il tuo ragionamento, correggimi se sbaglio) hanno mostrato comportamenti omosessuali?

Rarissimi casi e comunque non unilateralmente omosessuali...almeno da quanto riportato.

Gergio
02-09-2008, 16.55.45
no, infatti ho scritto comportamenti omosessuali, ma questo mi sembra andare un po' contro quello che hai esposto prima, no?

Cioe': se il comportamento omosessuale e' dovuto a una malattia, la malattia ci deve essere.

SMH17
02-09-2008, 17.09.48
no, infatti ho scritto comportamenti omosessuali, ma questo mi sembra andare un po' contro quello che hai esposto prima, no?

Cioe': se il comportamento omosessuale e' dovuto a una malattia, la malattia ci deve essere.

Premettendo che anche una malattia mentale è malattia(per questo ho detto "aberrazione" comportamentale) e che il concetto degli omosessuali a chi definisce "antiquate" le mie idee solo perchè non è daccordo esisteva nei tempi dell'antica grecia (quindi tutt'altro che moderno) chi prova attrazione sessuale per lo stesso sesso soltanto, è fisicamente malato chi invece attrazione sessuale per entrambi i sessi e psicologicamente malato in linea di massima...ma perchè la parola malato alle orecchie di alcuni suoni come un insulto gratuito non l'ho capito :mm:

Tratto da Wikipedia:
Nella pratica e nella teoria di medici clinici e patologi, si definisce malattia un'alterazione dello stato fisiologico e psicologico dell'organismo, capace di ridurre, modificare negativamente o persino eliminare le funzionalità normali del corpo.

dunque l'apparato genitale fa parte del corpo (e il corretto utilizzo non credo ci sia bisogno di spiegarlo :D ) per cui...
L'omosessualità globale poi avrebbe portato a un estinzione della razza umana a meno che qualcuno più evoluto non abbia trovato qualche altro modo di riprodursi, se fosse un normale modo di essere non potrebbe essere così ;)

Thor
02-09-2008, 17.11.40
sono d'accordo con SMH17, a cui tra l'altro faccio i complimenti per il modo preciso e pacato con cui sta esponendo il proprio pensiero (Y)

SMH17
02-09-2008, 17.14.11
sono d'accordo con SMH17, a cui tra l'altro faccio i complimenti per il modo preciso e pacato con cui sta esponendo il proprio pensiero (Y)

Grazie (Y)

infinitopiuuno
02-09-2008, 17.24.30
Sono da anni "omofobo" ma la moderna psichiatria non considera l'omosessualità una malattia o un disturbo mentale: la descrive come un semplice comportamento sessuale.Punto.

Sbavi
02-09-2008, 17.25.59
Sono da anni "omofobo" ma la moderna psichiatria non considera l'omosessualità una malattia o un disturbo mentale: la descrive come un semplice comportamento sessuale.Punto.

Curiosità. Sei mai stato con un omosessuale?

Gergio
02-09-2008, 17.26.51
quindi anche soggetti "sani" (seguendo il tuo ragionamento, correggimi se sbaglio) hanno mostrato comportamenti omosessuali?


Rarissimi casi e comunque non unilateralmente omosessuali...almeno da quanto riportato.
qui mi stai dicendo che non sono malati, ma hanno comportamenti omosessuali
chi prova attrazione sessuale per lo stesso sesso soltanto, è fisicamente malato chi invece attrazione sessuale per entrambi i sessi e psicologicamente malatoqui, invece, esponi una teoria nuova, peraltro interessante (se sono riuscito ad interpretare correttamente la tua ortografia e la tua sintassi, ma credo di si' ;))

quindi, alla fine, sono malati (fisicamente o psicologicamente) o possono esserci delle eccezioni?

SK888
02-09-2008, 17.27.46
Non importa non è rivolta a te ;)

più che altro e che non ho capito il perchè della tua reazione al termine "malato" usato da SMH17 e non vorrei avessi preso male anche le mie "traduzioni".

Sinceramente non vedo così inappropriato il termine che ha usato, forse impreciso, ma non fuori luogo.

SMH17
02-09-2008, 17.34.03
qui mi stai dicendo che non sono malati, ma hanno comportamenti omosessuali
qui, invece, esponi una teoria nuova, peraltro interessante (se sono riuscito ad interpretare correttamente la tua ortografia e la tua sintassi, ma credo di si' ;))

quindi, alla fine, sono malati (fisicamente o psicologicamente) o possono esserci delle eccezioni?

Sono sempre e comunque malati anche se in modo diverso e "malato" lo ripeto non è ne insulto ne motivazione valida di descriminazione non sono stato molto preciso ma credevo di avere chiarito 2 post fà... sono messaggi scritti in fretta mentre lavoro a NetBeans ma non mi sembrano in italiano tanto pietoso :x:
PS
lo studio sulla differenziazione dell'omosessualità l'avevo letto qualche anno fà è basato su una ricerca fatta in un università alla facoltà di medicina di Houston se non sbaglio

infinitopiuuno
02-09-2008, 17.43.35
Curiosità. Sei mai stato con un omosessuale?

Sono stato "vicino" ad un omosessuale all'età di 18 anni per un mesetto.

Da questa esperienza(non fisica nè sessuale) sono diventato omofobo.

In precedenza avevo una mentalità (teorica) molto più aperta.

Sbavi
02-09-2008, 17.45.59
Mamma mia! :eek:
Nel medioevo forse la pensavano così, oggi mi pare che questa affermazione sia una forzatura e non in linea con il concetto stesso di "malattia"
:)


ti andrebbe di esplicitare questo concetto?

cioe': l'omosessualita' e' una malattia di per se', oppure e' causata da altre malattie? Nel secondo caso, ci sono malattie specifiche?


Molto semplicisticamente credo che SMH17 volesse dire che:

A) omosessualità = malattia

in virtù del fatto che secondo Wikipedia:
Nella pratica e nella teoria di medici clinici e patologi, si definisce malattia un'alterazione dello stato fisiologico e psicologico dell'organismo, capace di ridurre, modificare negativamente o persino eliminare le funzionalità normali del corpo.

ed ha anche affermato che

B) l'omosessualità può anche essere causata da malattie

in virtù del fatto che:
Un signore della mia zona perfettamente etero fino all'età di 25 anni quando è stato malauguratamente colpito da un cancro ai testicoli ha dichiarato pochi anni dopo il triste evento che prova attrazione indistinta per maschi e femmine

La condizione A non implica la B, e viceversa.


giusto noo? :p

infinitopiuuno
02-09-2008, 17.46.17
Non è una malattia nè una perversione.

http://www.psicologiapsicoterapia.com/sessuali/parafilie.htm

Non dico che il web sia oro colato ma la psichiatria moderna sorride di fronte a certe posizioni.

Se poi i gay mi stanno "antipatici"(meglio..ne ho un'avversione) è un altro discorso.

SMH17
02-09-2008, 17.50.54
Esattamente come ha interpretato Sbavi ;)

Molto semplicisticamente credo che SMH17 volesse dire che:

A) omosessualità = malattia

in virtù del fatto che secondo Wikipedia:


ed ha anche affermato che

B) l'omosessualità può anche essere causata da malattie

in virtù del fatto che:


La condizione A non implica la B, e viceversa.


giusto noo? :p

Sbavi
02-09-2008, 18.00.12
Esattamente come ha interpretato Sbavi


Ok. Tutto chiaro. Io a grandi linee sono d'accordo con te.



Però torniamo un attimo su quanto affermato da Wikipedia:

Nella pratica e nella teoria di medici clinici e patologi, si definisce malattia un'alterazione dello stato fisiologico e psicologico dell'organismo, capace di ridurre, modificare negativamente o persino eliminare le funzionalità normali del corpo.

A livello fisiologico un omosessuale non ha funzioni limitate. Ha le erezioni come te e me, eiacula come te e me. Soltanto che "esercita" con persone del suo stesso sesso. No?
In virtù di questo, possiamo quindi affermare che l'omosessualità NON è una malattia?

SMH17
02-09-2008, 18.07.55
Ok. Tutto chiaro. Io a grandi linee sono d'accordo con te. Però torniamo un attimo su quanto affermato da Wikipedia: A livello fisiologico un omosessuale non ha funzioni limitate. Ha le erezioni come te e me, eiacula come te e me. Soltanto che "esercita" con persone del suo stesso sesso. No? In virtù di questo, possiamo quindi affermare che l'omosessualità NON è una malattia? no, perché l'apparato riproduttivo per svolgere la sua funzione primaria necessita di quello dell'altro sesso.

Sbavi
02-09-2008, 18.09.12
None! L'apparato riproduttivo funziona alla grande, solo che il buco è quello sbagliato!

SMH17
02-09-2008, 18.13.37
None! L'apparato riproduttivo funziona alla grande, solo che il buco è quello sbagliato! la funzione "primaria" è riprodursi dal punto di vista biologico e non credo ci si possa riuscire dal posto sbagliato ;)

Doomboy
02-09-2008, 18.38.37
Insisto che c'è questo concetto di base che è sbagliato o per lo meno riduttivo:

L'essere umano è un animale, è vero. Ma non pratica il sesso al solo fine riproduttivo. La fa per ricavarne un piacere, siamo d'accordo o no?

Se sei d'accordo con me su questo punto, allora la questione "apparato riproduttivo" viene meno. Se al contrario ribadisci che il sesso per l'uomo è finalizzato alla prosecuzione della specie, allora credo che ti perdi qualcosa di molto piacevole, nella vita :)

Detto questo, il thread era finalizzato a discutere non l'omosessualità in se o i suoi aspetti "clinici", visto che di fatto non ci sono esperti tra noi che possono confutare o confermare le tesi riportate, e visto che trovo agghiacciante (ma è una opinione personale) basare certe considerazioni su quanto riporta uno strumento relativo come Wikipedia, che ne dite di tornare al cuore del discorso?

Si parlava di omosessualità nel mondo del lavoro e precisamente nelle forze dell'ordine.

:)

LoryOne
02-09-2008, 18.43.03
Ok, vediamo di trarre un piccolo sunto (pratica che mi è sempre stata congeniale fin dalle elementari) da quanto è emerso fin'ora:

Sei orgoglioso di essere gay ? Buon per te, io non lo sono e vivo bene lo stesso: Non mi mostrare interessamento sessuale perchè non mi piaci ed il solo pensiero di fare sesso con te mi indispone.
Inoltre, cerca di capire se esiste interessamento alla tua persona da parte di altri del tuo stesso sesso, così come noi eterosessuali facciamo ne più ne meno con persone di sesso opposto verso le quali proviamo attrazione sessuale.
Non c'è bisogno di spettacolarizzare le proprie tendenze sessuali, tantomeno categorizzarle.
Detto questo, non atteggiarti in modo ridicolo e volgare perchè l'unico risultato sarebbe quello di fornire un pretesto per additarti come diverso.

Procediamo...

Doomboy
02-09-2008, 18.46.34
Ottimo sunto, direi (Y)

Procediamo si! :)

Feintool
02-09-2008, 18.46.45
Mi associo al pensiero di Robbi in quanto anch'io conosco persone dichiaratamente gay con cui abbiamo una buona amicizia e collaborazione ma entrambi siamo rispettosi dell'orientamento sessuale personale mio e loro, sia ideologico che pratico e non abbiamo preconcetti o non ci caliamo in stereotipi a cui molto spesso la società' ci vuole far credere. Ogni individuo ha il diritto di avere opinioni idee e orientamento sessuale personali, se cio' non lede con troppa enfasi altri non c'e' nulla di sbagliato e ognuno decide con quale organo divertirsi. ;)

Thor
02-09-2008, 18.50.18
io non posso far a meno di pensare al bar Blue Oyster di Scuola di Polizia! :lol:

http://it.youtube.com/watch?v=tdbt-sx5MDc

- cosa avete fatto?
- ballato! ..soprattutto, ballato! :lol:

SMH17
02-09-2008, 18.55.21
Insisto che c'è questo concetto di base che è sbagliato o per lo meno riduttivo: L'essere umano è un animale, è vero. Ma non pratica il sesso al solo fine riproduttivo. La fa per ricavarne un piacere, siamo d'accordo o no? Se sei d'accordo con me su questo punto, allora la questione "apparato riproduttivo" viene meno. Se al contrario ribadisci che il sesso per l'uomo è finalizzato alla prosecuzione della specie, allora credo che ti perdi qualcosa di molto piacevole, nella vita :) Detto questo, il thread era finalizzato a discutere non l'omosessualità in se o i suoi aspetti "clinici", visto che di fatto non ci sono esperti tra noi che possono confutare o confermare le tesi riportate, e visto che trovo agghiacciante (ma è una opinione personale) basare certe considerazioni su quanto riporta uno strumento relativo come Wikipedia, che ne dite di tornare al cuore del discorso? Si parlava di omosessualità nel mondo del lavoro e precisamente nelle forze dell'ordine. :) è per questo che ho usato "primario" l'offtopic è stato chiaramente trascinato e non voluto da me quanto a wikipedia la definizione di malattia è corretta e uguale a quella di qualsiasi altro dizionario che si sia daccordo o meno con le mie argomentazioni

Doomboy
02-09-2008, 19.01.26
Il punto non è la definizione di "malattia" in senso generale, ma l'applicazione del concetto di malattia, nell'anno 2008, all'omosessualità.

Detto per inciso, come altri, io sono un pelino omofobo, ne sono coscente e la cosa non mi crea problemi perché comunque rispetto tutti e non investo gli altri delle conseguenze di un limite della mia forma mentis, quindi tutto sommato e trovarmi a prendere le parti dei gay un po mi fa ridere... ma ti confesso che immagino che sentirsi dare del "diverso" o del "malato" perché non si rientra in certi canoni stereotipati deve essere frustrante. Pensa: io non sono alto e non sono biondo, se Hitler avesse vinto la guerra ed i "suoi" canoni fossero stati presi per validi, oggi sarei stato sterminato, perché non ariano.

Io credo che nei canoni della patologia possano entrare depravazioni sessuali specifiche come la pedofilia. Non l'attrazione verso lo stesso sesso.

Comunque, non hai risposto alla mia domanda sul fatto che il sesso sia un piacere o solo un mezzo di continuazione della specie.

Strana la vita, eh?

Sbavi
02-09-2008, 19.03.38
Comunque, non hai risposto alla mia domanda sul fatto che il sesso sia un piacere o solo un mezzo di continuazione della specie.


Non l'hai ancora scoperto eh?

Doomboy
02-09-2008, 19.10.04
Non l'hai ancora scoperto eh?

Ah guarda è facile: Per me, almeno per ora è solo un piacere. :o

Un "porcello volante in miniatura" più aspettare ancora qualche anno, per quanto mi riguarda.

cippico
02-09-2008, 19.16.52
dico la mia...

NULLA contro i gay (uomini o donne che siano)

molto contrario riguardo a piazzate tipo gaypride...se ogni tipo di "diversita' "avesse bisogno di fare un carrozzone simile...

ogni uno dovrebbe NON esteriorizzare in maniera tale la propria sessualita'...non ho mai visto il eteropride...o altro...
e non e' detto che sia un diritto farlo...e cmq se bisogna gridare al mondo intero la propria diversita'...vuol dire che si ammette che questa e' una "diversita'" rispetto alla NORMA...ma sopratutto alla natura...

secondo me e' solo una cosa CONTRONATURA...e ILLOGICA,NON naturale...parlo proprio della natura del genere umano...
credo che se domani diventassimo tutti omosessuali...la specie umana entro 100 anni si estinguerebbe...
supponendo chiaramente che non esista conoscenza su inseminazione artificiale...

anche se capisco benissimo chi nasce in un corpo maschile/femminile ma si sente il contrario...

cambiare sesso in questi casi lo giudico un passo molto serio e lo approvo...

riguardo ai diritti e/o adozioni...non sono favorevole...

ciaooo a tutti

Doomboy
02-09-2008, 19.21.26
Senti e applicando il discorso all'argomento originario del topic, cosa dici?

(approfitto per riportare il thread in carreggiata)

SMH17
02-09-2008, 19.25.51
Il punto non è la definizione di "malattia" in senso generale, ma l'applicazione del concetto di malattia, nell'anno 2008, all'omosessualità.

Detto per inciso, come altri, io sono un pelino omofobo, ne sono coscente e la cosa non mi crea problemi perché comunque rispetto tutti e non investo gli altri delle conseguenze di un limite della mia forma mentis, quindi tutto sommato e trovarmi a prendere le parti dei gay un po mi fa ridere... ma ti confesso che immagino che sentirsi dare del "diverso" o del "malato" perché non si rientra in certi canoni stereotipati deve essere frustrante. Pensa: io non sono alto e non sono biondo, se Hitler avesse vinto la guerra ed i "suoi" canoni fossero stati presi per validi, oggi sarei stato sterminato, perché non ariano.

Io credo che nei canoni della patologia possano entrare depravazioni sessuali specifiche come la pedofilia. Non l'attrazione verso lo stesso sesso.

Comunque, non hai risposto alla mia domanda sul fatto che il sesso sia un piacere o solo un mezzo di continuazione della specie.

Strana la vita, eh?

E' OVVIO che il sesso sia anche un piacere ma cosa vorrebbe dire?
Se qualsiasi comportamento sessuale purchè porti piacere non possa rientrare nella classificazione di malattia sarebbero perfettamente normali anche i pedofili e chi adora fare sesso con animali.
Qualunque comportamento che non rientra in quello proprio della fisiologia umana può essere considerato malato.
Io ho esposto la mia motivazione per cui si debba considerare malattia, e, "malattia" anche nel 2008 fino a prova contraria non è un insulto o motivo di descriminazione come ho ripetuto più volte nel topic, fosse stato un insulto avresti avuto pienamente ragione.

Doomboy
02-09-2008, 19.31.17
Secondo me, se dai del "malato" ad una persona per le proprie preferenze sessuali la stai offendendo. Ma come tu hai le tue idee, io ho le mie e pari siamo.

Il concetto che evidenziavo io però lo hai leggermente travisato. Io dico che poiché l'uomo è un animale che fa sesso per puro piacere, spesso anche evitando specificamente l'atto della riproduzione (parlo della contraccezione), per cui se alcuni individui provano piacere con l'accoppiamento con persone dell'altro sesso, non si possono definire malate. Per cui, dare del "malato" ad un gay nella mia visione delle cose è altamente offensivo.

LoryOne
02-09-2008, 19.46.08
Rimaniamo in carreggiata:

L'esclusione degli omosessuali dalle forze dell'ordine, esercito, aviazione e marina, è sempre stata una misura cautelativa e soprattutto pratica.
Al di la di quello che fa parte della professionalità, l'addestramento, l'abnegazione, l'onore, il senso del dovere e l'orgoglio di essere chiamati a difendere la patria e la bandiera, è' necessario saper menare le mani perchè anche uno scontro corpo a corpo potrebbe rientrare tra i mezzi per mantenere l'ordine ed un omosessuale ... come dire ... è di natura poco adatto a portare a termine con successo tale dovere sotto comando.
Inoltre, basti pensare che i commilitoni vivono assieme in caserma e sono nudi mentre fanno la doccia e ... magari è proprio per tutelare l'omosessuale da chi non lo è che si sono prese certe decisioni. Disordini di qualunque natura in caserma sono da evitare.
Cerchiamo di non sovvertire certe regole che sono state prese tempo addietro e si sono dimostrate valide col tempo.
Capisco bene che in tempi di pace il rambo della situazione sia fuori luogo, ma per piacere manteniamo ognuno al proprio posto.

SMH17
02-09-2008, 20.08.42
Secondo me, se dai del "malato" ad una persona per le proprie preferenze sessuali la stai offendendo. Ma come tu hai le tue idee, io ho le mie e pari siamo.

Il concetto che evidenziavo io però lo hai leggermente travisato. Io dico che poiché l'uomo è un animale che fa sesso per puro piacere, spesso anche evitando specificamente l'atto della riproduzione (parlo della contraccezione), per cui se alcuni individui provano piacere con l'accoppiamento con persone dell'altro sesso, non si possono definire malate. Per cui, dare del "malato" ad un gay nella mia visione delle cose è altamente offensivo.

Ci mancherebbe io non voglio inculcare le mie idee a nessuno, se tutti la pensassimo allo stesso modo i dibattiti non avrebbero senso ma se un uomo preferisce

anzichè
http://bp1.blogger.com/_TmFS_6M-OfQ/RhMv4Bu86gI/AAAAAAAAAAY/fqa_2B7kGSw/s400/aida_yespica_model_4_big.jpg

questo

http://www.gossipnews.it/mondanita/odio_il_rosso_parioli/images/vladimir_luxuria_0abd.jpg
...non mi sembra il massimo della normalità se permetti. :x:


Ciao

Robbi
02-09-2008, 20.13.26
Il punto non è la definizione di "malattia" in senso generale, ma l'applicazione del concetto di malattia, nell'anno 2008, all'omosessualità.

Detto per inciso, come altri, io sono un pelino omofobo, ne sono coscente e la cosa non mi crea problemi perché comunque rispetto tutti e non investo gli altri delle conseguenze di un limite della mia forma mentis, quindi tutto sommato e trovarmi a prendere le parti dei gay un po mi fa ridere... ma ti confesso che immagino che sentirsi dare del "diverso" o del "malato" perché non si rientra in certi canoni stereotipati deve essere frustrante. Pensa: io non sono alto e non sono biondo, se Hitler avesse vinto la guerra ed i "suoi" canoni fossero stati presi per validi, oggi sarei stato sterminato, perché non ariano.

Io credo che nei canoni della patologia possano entrare depravazioni sessuali specifiche come la pedofilia. Non l'attrazione verso lo stesso sesso.

Comunque, non hai risposto alla mia domanda sul fatto che il sesso sia un piacere o solo un mezzo di continuazione della specie.

Strana la vita, eh?


La tua saggezza cresce con l'età è un ottimo segno (Y)
Solo una cosa volevo ricordare a chi si sente più o meno omofobo.

L'ultimo che ho conosciuto pareva un omofobo della prima ora filtrato da un monitor, visto dal vivo vi garantisco manco un po. ' Si vedeva da un km la "recchia panata" :D
Con questo non voglio dire che siete a rischio, ma insomma, regolatevi. :lol:

SMH17
02-09-2008, 20.16.52
L'ultimo che ho conosciuto pareva un omofobo della prima ora filtrato da un monitor, visto dal vivo vi garantisco manco un po. ' Si vedava da un km la "recchia panata" :D
Con questo non voglio dire che siete a rischio, ma insomma, regolatevi. :lol:

Forse voleva vedere se la pensavi allo stesso modo e se ha letto i tuoi interventi nella discussione dovresti essere proprio tu quello che deve stare attento adesso :lol: :lol:
o forse ormai è troppo tardi?? :x:

Doomboy
02-09-2008, 20.18.27
Ci mancherebbe io non voglio inculcare le mie idee a nessuno, se tutti la pensassimo allo stesso modo i dibattiti non avrebbero senso ma se a un uomo preferisce

anzichè
http://bp1.blogger.com/_TmFS_6M-OfQ/RhMv4Bu86gI/AAAAAAAAAAY/fqa_2B7kGSw/s400/aida_yespica_model_4_big.jpg

questo

http://www.gossipnews.it/mondanita/odio_il_rosso_parioli/images/vladimir_luxuria_0abd.jpg
...non mi sembra il massimo della normalità se permetti. :x:


Ciao

Guarda con me sfondi una porta aperta (e il primo che ci ricama sopra si consideri bannato :o ), però in fin dei conti chi sono io per giudicare i gusti altrui? Se c'è a chi piace, buon per loro, c'è più patata per chi l'apprezza!

Diamo a ciascuno la libertà di vivere come crede, se non danneggia il prossimo.

Doomboy
02-09-2008, 20.19.52
Con questo non voglio dire che siete a rischio, ma insomma, regolatevi. :lol:

Guarda, giusto oggi ho avuto l'ennesimo segnale interiore di quanto amo la patata... il problema non si pone, il dubbio non c'è.

:)

SMH17
02-09-2008, 20.21.33
Diamo a ciascuno la libertà di vivere come crede, se non danneggia il prossimo.

Ci mancherebbe altro il mio era un post scherzoso, il mio pensiero sull'intolleranza l'ho espresso fin dal mio primo post in questa discussione. :o

E' scorretto che vengano maltrattati come è scorretto che loro tengano atteggiamenti inopportuni nei confronti di chi non è come loro come ha fatto notare SK888 cut... se tengono un atteggiamento consono anzi è meglio che ce ne siano tanti: più disponibilità femminile agli etero :D .

Robbi
02-09-2008, 20.23.24
OT
Prova a chiamarmi al telefono.. se ami il rischio posso farti ricredere :devil:
Sono grande, grosso e con i peli sul petto, ma sopratutto tengo le mani come badili :D
Secondo me già mi ami un po' continui a quotarmi :x:
Guarda che non sono di facile accesso figliolo, prima devi meritarti il mio cospetto, poi forse ti accetterò tra le preferite :)

basta dai che poi Dumbo si incassa

Doomboy
02-09-2008, 20.24.57
No, no. Chi sono io per troncare un amore sul nascere! Non ci ho mica il diritto, no nò :o

:cine:

SMH17
02-09-2008, 20.26.32
Te piacerebbe...
non quoto almeno così non t'illudi :devil:

Robbi
02-09-2008, 20.42.02
No, no. Chi sono io per troncare un amore sul nascere! Non ci ho mica il diritto, no nò :o

:cine:
Il mio amato Doom :)

Mica lo sa il pischello che se solo pensa di avvicinare il suo pisello a meno di 5 metri dal mio regal deretano, se lo trova nuclearizzato con tutto quello che c'è sta attorno
:D

Doomboy
02-09-2008, 20.45.29
Insomma: "un botto e via". Ci può anche stare, però sei poco romantico, lasciatelo dire :o



:lol:

Robbi
02-09-2008, 20.45.54
Vabbè dai ha ragione la Lory :D stamo in topic.

Se mi indisponde un poliziotto gay? Ma stiamo scherzando :fool: :eek: basta che mi difende e non mi chiede il ritocco dell'ombretto che delle cose mia sto
geloSA come una bestia
:D

LoryOne
02-09-2008, 20.48.23
FlatuRobbi mica scherza :devil:
Ma poi che ci stiamo a fare su un checca3d ? :D
Io emigro in altre sezioni ... voi fate come volete eh

SMH17
02-09-2008, 21.01.45
Senti e applicando il discorso all'argomento originario del topic, cosa dici?

(approfitto per riportare il thread in carreggiata)

Vedo che quando si tratta di andare off-topic, se lo fate voi siete alquanto meno fiscali :rolleyes:
Abbandono anche io il 3d

Doomboy
02-09-2008, 21.05.23
Evvabbé.

Eppure mi pare che quando hai alleggerito anche tu il discorso, non ti ho certo criticato, anzi. Io ho cercato di rimettere il topic a binario nel senso che si è passati dal parlare di cui da titolo all'omosessualità quale patologia (che non è argomento di dibattito nello specifico), ma non mi pare d'aver rimproverato alcuno, te compreso, di stare cazzeggiando.

Poi, fai come vuoi :)

SMH17
02-09-2008, 21.07.56
ma non mi pare d'aver rimproverato alcuno, te compreso, di stare cazzeggiando.

Poi, fai come vuoi :)

A beh, allora scusa se ho frainteso.

Quanto alla copertura di Robbi ormai è saltata e c'è poco da fare :lol: :lol: