PDA

Visualizza versione completa : clonazione Hd e sostituzione con uno più grande


tranqui
14-04-2009, 00.07.52
ciao a tutti, vengo subito al dunque.
Ho intenzione di sostituire l'hd del mio eeepc 1000h, passando da 160 gb a 320 gb, quindi ho acquistato un hd 320gb della samsung, poi ho usato g4l, ed ho fatto una immagine dell'intero disco, che avevo partizionato in questo modo:

c: 25 Gb
d: 115 Gb

poi ci sono 2 altre partizioni messe li da asus per permettere il recover in caso di crash, che non ho in alcun modo toccato e che sono:

* PE: 8Gb
* senza nome: 40 Gb


una volta fatta la .img, ho aperto il piccolo asus, ho sostituito l'hd con quello nuovo ed ho riavviato g4l per effettuare il ripristino.
E' andato tutto ok, ed una volta ripristinato il tutto, ho riavviato il pc ed è qui che nasce il mio problema.
Windows è ripartito perfettamente come era al momento del backup, ma ora mi trovo con le seguenti partizioni (viste con EASEUS Partition manager):

c: 25 Gb (primaria)
d: 115 Gb (primaria)
* PE: 8Gb (primaria)
* senza nome: 40 Gb (primaria)
e una partizione logica e "unallocated" da 150 Gb (in buona fine lo spazio che volevo aggiungere cambiando l'hd)

il problema che non so come usare quello spazio, non me lo fa toccare.
Il mio obbiettivo era di continuare ad avere due partizioni, la C (che lascerei per il S.O.) da 25 Gb e la D da 260 Gb. (lasciando intatte le due di asus)
dove ho sbagliato? oppure come posso fare ad "incollare" lo spazio non alloccato alla partizione D?

mao
14-04-2009, 02.16.30
ma la partizione logica è dopo le due di ASUS? dovresti spostarle in modo da rendere vicine la partizione primaria D: e lo spazio vuoto a disposizione per creare una partizione unica.
Considera che non puoi avere più di 4 partizioni primarie, ma la partizione D: può anche essere logica, questo è indifferente ai fini del funzionamento del computer.
Credo che il software che stai usando ti permetta di spostare le partizioni, oltre che di clonarle.

Kurtferro
14-04-2009, 05.41.54
Usa gparted ti permettere di fondere e spostare le partizioni, devi masterizzare la iso su un cd che utilizzerai all'avvio da boot.

borgata
14-04-2009, 10.23.14
Esatto, il problema è proprioil fatto che le partizioni primarie/estese non possono essere più di 4 in totale. PEr quasto non riesci ad allocare l'ultima come quinta partizione.

Quindi le soluzioni possono essere:
- sposti le due partizioni di ripristino asus in coda al disco e converti D in estesa, frazionandola poi in quante partizioni logiche desideri.
- fondi C: con D: in un'unica partizione primaria, e allochi gli ultimi 150GB come partizione estesa (a sua volta divisibile in unità logiche).
- Elimini le partizioni di ripristino e partizioni il resto come vuoi: in fondo oramai le partizioni di ripristino servono a poco dato che hai fatto l'immagine del disco (oltre al fatto che comunque hai ancora il disco originale in cui puoi lasciarle e il disco di ripristino asus che comunque è in grado di ripristinare il sistema).

Infine, posso dirti che, spostando le partizioni di ripristino o modificando le altre, non è detto che il programma di ripristino funzioni ancora (dipende da quanto è "elastico"), per cui rischiresti di tenerti quelle partizioni per nulla. Se puoi quindi fai una prova.

tranqui
15-04-2009, 07.26.10
grazie a tutti per le risposte, oggi mi metterò all'opera, poi vi farò sapere.
come sempre siete grandi

ciao

tranqui
15-04-2009, 18.46.47
Rieccomi, ho risolto cancellando le due partizioni di mamma asus (quelle per il ripristino) e così ho potuto usufruire dello spazio che prima risultava non allocato.
Ora ho 3 partizioni ( C: D: E: ), vi chiedo ancora una cosa, se io unisco D: (che contiene dati) con E: (che al momento è vuota), i dati contenuti in D: li perdo oppure rimangono intatti nella nuova partizione "sommata"?
un grazie mille a tutti, ed in particolare a borgata, che mi ha indirizzato verso la soluzione.

borgata
15-04-2009, 18.55.16
Puoi unirle in una unica senza perdere i dati, ma ti consiglio comunque un backup perchè l'operazione non è esente da qualche rischio.
Per unire hai bisogno però di qualche software specifico, la gestione disco di XP non lo permette. Gparted consigliato da kurtferro è una buona alternativa gratuita.

Se non hai particolari esigenze, però, potresti anche mantenere la partizioni separate. Partizioni troppo grandi infatti sono più lente e la frammentazione dei file è più dannosa.