PDA

Visualizza versione completa : Il marchio Gmail a rischio in Europa


Robbi
22-03-2008, 09.29.51
http://www.lifehack.org/wp-content/files/2007/04/20070417-gmail-logo.jpg



Per una volta, sembra che una grande major abbia difficoltà contro chi ritiene legittimamente di detenere una prerogativa.

La storia è abbastanza nota. Nel 2004, quando Google ha aperto i battenti del suo ambizioso servizio di posta elettronica Gmail, c'era già qualcuno che aveva pensato prima a quel nome. Si trattava di Daniel Giersch, che fin dal 2000 aveva registrato e protetto in Germania il marchio G-mail e lo utilizzava per un servizio di comunicazione tuttora disponibile all'indirizzo www.gmail.de (http://www.gmail.de).

Google ha tentato in tutti i modi, anche economici, di convincere Giersch a rinunciare alle pretese sul prezioso marchio. Senza esito positivo. A inizio 2007, l'Ufficio per l'armonizzazione dei marchi per il mercato interno dell'Unione Europea ha dato ragione a Giersch. Nei giorni scorsi, lo stesso ente ha confermato quel giudizio.

Le prime risposte ufficiali da Mountain View parlano di una "delusione" per il verdetto confermato dall'ente europeo. I commentatori sostengono che a Google rimangono ancora delle carte per ricorrere in appello, ma che i ripetuti successi del G-mail di Giersch (anche in tribunali tedeschi) lasciano ben poche speranze.




Il testo ufficiale (http://news.wintricks.it/framer.php?ID=24871)

bellatrix
22-03-2008, 11.52.46
Quindi, che significa? Che tutti gli account gMail vengono chiusi?

DanLee
22-03-2008, 12.14.59
No, che il Sig. Giersch non dovrà più lavorare perchè passerà il tempo a scegliere le banche dove versare tutti i soldi che tutto questo gli porterà!

Le cause vinte in partenza si fanno per aumentare il prezzo, praticamente. E' come quelle donne che fanno i calendari. prima ti fanno sbavare girando completamente vestite, salgono così le quotazioni, e poi quando le cifre salgono si spogliano :D tutto qui, il mercato in pratica è l'esatta espressione del mestiere più antico del mondo ;)

bellatrix
22-03-2008, 16.52.36
No, che il Sig. Giersch non dovrà più lavorare perchè passerà il tempo a scegliere le banche dove versare tutti i soldi che tutto questo gli porterà!

Beh... fatto sta che il sig. G mi pare abbia tutte le ragioni.
O sbaglio?? :mm:
Ti crei un dominio poi arriva un colosso e te lo frega? :fool:

Giaky
22-03-2008, 17.57.50
Con gmail.it sarà la stessa cosa

Gigi75
22-03-2008, 18.10.00
Beh... fatto sta che il sig. G mi pare abbia tutte le ragioni.
O sbaglio?? :mm:
Ti crei un dominio poi arriva un colosso e te lo frega? :fool:


è un po' il caso del famoso Caso armani.it (http://www.interlex.it/nomiadom/r_manno3.htm) :)

DanLee
23-03-2008, 04.44.36
No per carità, ha tutte le sacrosante ragioni ovviamente.
Dicevo siccome si sa che la fine dovrà essere per forza la cessione dei diritti dietro compenso (ovviamente, un colosso appunto non può permettersi di stravolgere una struttura costata soldi e costerebbe parecchio sotto tutti i punti di vista se deve modificare), si potevano accordare anche prima, tutto qui. La mia non era una critica alla persona, ci mancherebbe, è solo una critica al mercato e ai metodi di registrazione dei brevetti.

Ciao e auguri di buona Pasqua

RNicoletto
25-03-2008, 10.55.27
Ebbravo questo signor Giersch! :devil:

Chissà quanti soldi riuscirà a spillare a Google per questo bel dominio... :p