PDA

Visualizza versione completa : Un ritorno al nucleare? che ne pensate?


Pagine : [1] 2

Nothatkind
20-01-2005, 18.23.46
Roma, 20 gennaio 2005 - Silvio Berlusconi lascia intendere che il governo potrebbe riconsiderare l'utilizzo di energia nucleare in Italia, bandito dopo il referendum del 1987.

Intervenendo all'inaugurazione del nuovo elettrodotto di San Fiorano-Robbia, il premier ha infatti ricordato che "le nostre imprese sono penalizzate perché l'energia in Italia costa dal 20 al 30% in più".

Secondo Berlusconi "c'è bisogno di un governo che non duri solo una legislatura, perché questo tempo è troppo poco per poter impostare un piano energetico nuovo che risponda anche alla domanda che pende sul nostro sistema, cioè quella sull'utilizzo o meno della produzione nucleare di energia".

Berlusconi ha fatto quindi notare che l'Italia "subisce la doppia penalizzazione di non avere centrali nucleari e di avere delle centrali nucleari situate in altri Paesi confinanti, quindi se ci fosse qualcosa di negativo tutti i danni verrebbero a noi".

"Sono sempre stato convinto che nel processo di modernizzazione del paese, di cui la Casa delle Libertà è protagonista, vada considerata l'opzione del nucleare".

Lo afferma Adolfo Urso, viceministro alle Attività Produttive in merito alla discussione riaperta dalle parole del premier.

"Berlusconi ha pienamente ragione, - spiega l'esponente del governo in una nota - abbiamo fatto già molto in questo campo consentendo alle imprese italiane di operare all'estero nel settore nucleare e, quindi, di riprendere la strada della ricerca e dell'innovazione. Dobbiamo considerare la possibilità di aprire un dibattito costruttivo - continua - senza stereotipi e oltre gli steccati ideologici, sul ritorno del nucleare anche nel nostro territorio che per altro è inserito in un contesto europeo che vede tutti i nostri paesi confinanti avere centrali nucleari".

Il viceministro conclude sottolineando che ''viviamo già in un'Europa nuclearizzata che su questa strada ha costituito la propria autonomia e sovranità energetica".


Periodo fortunato, per aprire thread :D

Voi che ne pensate del nucleare?
Personalmente, mi basta pensare ad Ilaria Alpi ed al fatto che stesse indagand sul traffico di scorie...

infinitopiuuno
20-01-2005, 18.28.33
Io sarei a favore del nucleare se ci fosse un governo serio.

D'altro canto la Francia e la Svizzera sono vicine con le loro centrali nucleari.

Quello che desidero è avere la "continuità" garantita di energia in casa e tra la centrale termoelettrica e il nucleare, bisognerebbe sapere chi fà più danno.

Doomboy
20-01-2005, 18.36.49
Originariamente inviato da infinitopiuuno
Io sarei a favore del nucleare se ci fosse un governo serio.

D'altro canto la Francia e la Svizzera sono vicine con le loro centrali nucleari.

Quello che desidero è avere la "continuità" garantita di energia in casa e tra la centrale termoelettrica e il nucleare, bisognerebbe sapere chi fà più danno.

In questo caso, il problema non è il governo: Il problema è la sicurezza necessaria in una centrale nucleare.

La faciloneria ed il pressapochismo tipico nostrano mal si rapportano alle peculiarità di gestione e controllo di una centrale atomica.

Se non fosse per questo, sarei pienamente favorevole a tale risorsa energetica, che se usata con la giusta diligenza (e ce ne vuole tanta), è più pulita e redditizia di ogni altra attualmente conosciuta.

Nothatkind
20-01-2005, 18.50.08
E le scorie?

Doomboy
20-01-2005, 18.54.19
Originariamente inviato da Nothatkind
E le scorie?

Le scorie? Beh, come fanno negli altri paesi civili?

Nothatkind
20-01-2005, 19.02.21
Non saprei, come fanno? :mm:

LoryOne
20-01-2005, 19.05.27
Le sotterrano stipate in contenitori all' interno di grandi magazzini di stoccaggio rivestite con strati di piombo spessi tanto così.

EntropheaR
20-01-2005, 19.08.50
Premetto che sono favorevole al nucleare.
Però:
- tra le preoccupazioni degli italiani per le centrali nucleari svizzere e le preoccupazioni degli svizzeri per delle centrali nucleari in italia ... reputerei più fondate le seconde

- @doomboy: ma noi siamo davvero un paese civile?

EntropheaR
20-01-2005, 19.11.21
Originariamente inviato da Nothatkind
Non saprei, come fanno? :mm:

Le vetrificano (se non sbaglio) e le sbattono dentro delle miniere di sale in disuso.

Doomboy
20-01-2005, 19.13.41
Originariamente inviato da EntropheaR


- @doomboy: ma noi siamo davvero un paese civile?

Come ho già detto, sarei favorevole all'uso del nucleare, se fossimo un paese (nonchè un popolo) assennato...sono scettico come te sulla gestibilità del nucleare in Italia.

succhione
20-01-2005, 19.16.53
...smaltimento delle scorie è la parola che mi fà desistere..
..non siamo capaci di smaltire i rifiuti solidi urbani..
...occorre fare un passo indietro..valutare fonti di energia alternative e..ci sono...ma, siamo sempre al punto che finchè non ci sarà una vera politica mondiale ( o europea ) seria a riguardo....

Downloader
20-01-2005, 19.22.26
Se ci fosse la reale opportunita di riaprire, anzi di ricreare centrali nucleari io sarei daccordo al 100%, basta pero che non rivenga fatto n referendum perchè queste cose non possono essere lasciate alla ignoranza della gente come purtoppo nell'87 è stato fatto.

Downloader
20-01-2005, 19.28.09
Originariamente inviato da succhione

...occorre fare un passo indietro..valutare fonti di energia alternative e..

Scusa, ma quali energie alternative?

Tutte quelle attualmente usate come quella eolica, idroelettirica e solare non possono minimamente soddisfare la richiesta minima giornaliera.

Flying Luka
20-01-2005, 19.37.30
Favorevole al nucleare da un lato, dall'altro mi fa paura.
Il punto è che mi sembra non esista un'alternativa.

succhione
20-01-2005, 19.38.42
...come non esiste..?
..Ma se non ci abbiamo neanche provato !!

Flying Luka
20-01-2005, 19.40.22
Quali sarebbero allora le energie alternative, scusa?

LoryOne
20-01-2005, 19.40.25
Ci abbiamo provato, come no !
Forse c'è poco guadagno per i gestori ma ci abbiamo provato.

Dove le vogliam portare 'ste scorie ?

- Sulla Luna
Bello e se per caso il razzo esplode prima di partire, oppure in volo , oppure ci ricade in testa ? :D
- Sotto gli oceani
E va beh, già abbiamo paura di inquinare la terra, mo pure il mare ? :D
- Nei vulcani
Bello e se poi con la prossima eruzione ci ritornano indietro ? :D
- Le sotterriamo come abbiam sempre fatto
Eh no, io in giardino ho i fiori che di notte mi s'illuminano ! :D
- Da nessuna parte, preferiamo comprare l'energia dalla Francia e dalla Svizzera spendendo un fottìo ma almeno le centrali non ce l'abbiamo in casa ! :D

succhione
20-01-2005, 19.43.03
...ah vedi..!
..Pensare in grande..significa farlo x il pianeta e non x gli introiti dei gestori !!
..Le scorie le smaltirei sotto le megaville di quei signori....

Frequency
20-01-2005, 19.46.45
Originariamente inviato da Flying Luka
Favorevole al nucleare da un lato, dall'altro mi fa paura.
Il punto è che mi sembra non esista un'alternativa.



(Y):)

infinitopiuuno
20-01-2005, 20.11.50
Originariamente inviato da Nothatkind
E le scorie?

Casa tua com'è...grande?:grin:

Brunok
20-01-2005, 20.16.30
Nucleare = pericolo di morte e di catastrofe.
Inquinamento e danni irreparabili per l'ambiente e per la salute.

ASSOLUTAMENTE CONTRARIO.

meglio tornare all'età della pietra...

od utilizzare le alternative che la natura stessa ci offre e mette a disposizione vento, luce scariche elettriche etc etc

infinitopiuuno
20-01-2005, 20.16.48
Originariamente inviato da Flying Luka
Quali sarebbero allora le energie alternative, scusa?

In effetti quelle eoliche sono state schifate pure dagli ecologisti poichè "deturpano" l'ambiente....e anche la vista.

Le solari sono un pò tecnologicamente indietro...ci rimangono le termoelettrrico e le idroelettriche.....ma a volte manca l'acqua per entrambi.

Le scorie non vengono lasciate in una piscina di acqua pesante?

Sono d'accordo con chi ha paura..Chernobyl ha spaventato il mondo..ci dicono che ora sono sicure ma è con l'airbus....PAURAAAA:eek:

infinitopiuuno
20-01-2005, 20.18.55
Originariamente inviato da Brunok
Nucleare = pericolo di morte e di catastrofe.
Inquinamento e danni irreparabili per l'ambiente e per la salute.

ASSOLUTAMENTE CONTRARIO.

meglio tornare all'età della pietra...

OH bRUNOK..ALMENO A QUELLA DEL RAME:D

Cmq si fà pour parler...out pour spammer qualcuno direbbe.

Manfredo
20-01-2005, 20.38.11
sono perfettamente daccordo per il nucleare.

succhione
20-01-2005, 20.48.40
...anche io sono daccordo a correre il rischio....:rolleyes:
http://www.islamonline.net/english/Science/2003/01/images/pic04c.jpg

Lu(a
20-01-2005, 20.52.34
Io sono più che a favore, ma, come ha detto bene qualcuno, ci vorrebbe un governo serio, che ponga come priorità i controlli, l'organizzazione e il rispetto delle regole e non la negligenza e l'"arrangiamento".

Trinity
20-01-2005, 20.55.43
Originariamente inviato da succhione
...anche io sono daccordo a correre il rischio....:rolleyes:
http://www.islamonline.net/english/Science/2003/01/images/pic04c.jpg



:( Oddio.

succhione
20-01-2005, 20.58.25
Originariamente inviato da Trinity




:( Oddio.

...si è tremenda...il figlio del nucleare....
...ma è solo un incidente !!!
..Capitano....!

Lu(a
20-01-2005, 20.59.33
Le foto, usate come "arma" (tra l'altro sarebbe pure reato) non mi fanno ne caldo ne freddo...le centrali nucleari ce le abbiamo quasi sui confini, non è che se esplode una centrale francese le radiazioni si fermano ai confini... il rischio va a farsi quasi nullo se c'è serietà e competenza.

Trinity
20-01-2005, 20.59.39
Originariamente inviato da succhione


...si è tremenda...il figlio del nucleare....
...ma è solo un incidente !!!
..Capitano....!



No.
Certe cose non devono capitare. :(

BlackJack84
20-01-2005, 21.01.53
Non credo abbia senso allo stato attuale della ricerca lanciare un programma nucleare, di fissione nucleare s'intende. Per stessa, scontata ammissione di chi lo propone, è un progetto di lungo termine (costruzione di centrali moderne - non ci si limiterà certo alle quattro attualmente esistenti - individuazione e realizzazione di siti per lo stoccaggio delle scorie, con tutte le difficoltà di carattere tecnico e soprattutto politico annesse), così di lungo termine, conoscendo appunto come funzionino le cose nel nostro "Bel Paese", da entrare a regime in tempi paragonabili a quelli che vedranno disponibile la fusione nucleare, più pulita e integrabile nel contesto di un'economia basata sull'idrogeno anzichè sul petrolio.
E' sulla ricerca in questo campo che il Governo farebbe bene a investire, anzichè impelagarsi in progetti impopolari e presto obsoleti.

succhione
20-01-2005, 21.03.56
Originariamente inviato da Lu(a
Le foto, usate come "arma" (tra l'altro sarebbe pure reato) non mi fanno ne caldo ne freddo...le centrali nucleari ce le abbiamo quasi sui confini, non è che se esplode una centrale francese le radiazioni si fermano ai confini... il rischio va a farsi quasi nullo se c'è serietà e competenza.

...caro il mio...
..le foto tra non molto le ritroveremo anche sui pacchetti delle sigarette...
...magari servissero !?
..Vogliamo imbrigliare l'energia atomica e pretendere che non ci succeda mai nulla...
..raccontiamocelo...ma raccontiamocelo...

LoryOne
20-01-2005, 21.07.01
E va beh dai, allora postiamo pure la foto di quei poveretti ustionati dal napalm o gli ustionati a causa del petrolio e dei suoi derivati, eppure la benzina ci serve.

La questione è sempre la stessa.
Ogni metodo utilizzato per produrre energia ha bisogno di energia e purtroppo non vi sono modi esenti da rischi.
Dobbiamo capire che il rischio c'è e dobbiamo accettarlo cercando di evitarlo quanto più possibile (investire nella prevenzione, quindi) oppure non rischiamo e ci accontentiamo.
Accontentarsi non è progresso ma regresso.

Lu(a
20-01-2005, 21.08.00
Originariamente inviato da succhione


...caro il mio...
..le foto tra non molto le ritroveremo anche sui pacchetti delle sigarette...
...magari servissero !?
..Vogliamo imbrigliare l'energia atomica e pretendere che non ci succeda mai nulla...
..raccontiamocelo...ma raccontiamocelo...

Succhio, qui nessuno vuole raccontarsi storielle, io, per quanto mi riguarda, so benissimo che il pericolo è sempre presente a nche se si estremizzano i controlli e le procedure di sicurezza...però se questa è l'unica strada per fronteggiare la richiesta di energia e per venderne anche e dare un ulteriore introito alla nostra ormai scarsa economia io ci sto... Black ha detto una cosa giustissima: puntare alla fusione; per quanto mi riguarda, mi va bene tutto. Anche se, comunque, la fusione non è che sia esente da "errori".

handyman
20-01-2005, 21.11.09
Originariamente inviato da BlackJack84
Non credo abbia senso allo stato attuale della ricerca lanciare un programma nucleare, di fissione nucleare s'intende. Per stessa, scontata ammissione di chi lo propone, è un progetto di lungo termine (costruzione di centrali moderne - non ci si limiterà certo alle quattro attualmente esistenti - individuazione e realizzazione di siti per lo stoccaggio delle scorie, con tutte le difficoltà di carattere tecnico e soprattutto politico annesse), così di lungo termine, conoscendo appunto come funzionino le cose nel nostro "Bel Paese", da entrare a regime in tempi paragonabili a quelli che vedranno disponibile la fusione nucleare, più pulita e integrabile nel contesto di un'economia basata sull'idrogeno anzichè sul petrolio.
E' sulla ricerca in questo campo che il Governo farebbe bene a investire, anzichè impelagarsi in progetti impopolari e presto obsoleti.

(Y) :)

LoryOne
20-01-2005, 21.27.22
Pensare alla fusione senza sfruttare la fissione peraltro già impiegabile (il problema in questo caso non è come attuarla bensì come evitare le emissioni radioattive delle scorie) è pretendere un po troppo in funzione delle necessità energetiche attuali.
La fusione è si più pulita ma è estremamente difficile da controllare e da gestire, visto che sarebbe come imbrigliare un gemello scalpitante del nostro bel Sole.

LoryOne
20-01-2005, 21.39.38
X BrunoK

"od utilizzare le alternative che la natura stessa ci offre e mette a disposizione vento, luce scariche elettriche etc etc"

Vento: a quanto pare non è sufficente
Luce : Il laser esiste gia da moltissimo tempo
Scariche elettriche: temo che imbrigliare un fulmine sia più difficile che scatenare una reazione nucleare

...comunque spero che tra noi qualche genio prima o poi ci riesca.

succhione
20-01-2005, 21.47.31
Originariamente inviato da LoryOne

La fusione è si più pulita ...

...mentre x smaltire le scorie dell'attuale fissione che hanno un'altissima radioattività occorre un tempo per esaurirsi di 100.000 anni...

Brunok
20-01-2005, 21.47.58
Originariamente inviato da Trinity




No.
Certe cose non devono capitare. :(

Ovvio non devono capitare, ma possono capitare per far si che non capitino mai con una sicurezza al 100% è non usare il nucleare e punto. Poi ci si lamenta che il pianeta impazzisce.... ovvio per milioni e milioni d'anni c'è stato un perfetto equilibrio ora in pochi decenni ci sono stati i disastri conseguenza dello scellerato operato umano. Tutto si paga. specie le scelte sbagliate. Il nucleare è in quanto rischio elevatissimo (e non vengano a dire il contrario perchè non è vero) è sbagliato comunque. Inutile lamentarsi poi. Meglio evitare prima. Se andiamo avanti di sto passo.... :rolleyes:

Tra le varie forme di energia pulita c'è anche quella idrica...

succhione
20-01-2005, 21.53.36
Originariamente inviato da Brunok




Tra le varie forme di energia pulita c'è anche quella idrica...

...già..:o
..Iniziamo tutti ad imbrigliarla...:eek:
http://snoub.soustons.free.fr/images/pipi.gif



...:p





..un intervallo x stemperare......:)

LoryOne
20-01-2005, 22.12.36
Originariamente inviato da Brunok


Ovvio non devono capitare, ma possono capitare per far si che non capitino mai con una sicurezza al 100% è non usare il nucleare e punto. cut...

Tra le varie forme di energia pulita c'è anche quella idrica...

Bruno, io sono daccordo con te però potrebbe capitare da un momento all altro che il tuo monitor si spenga :D

Se non la vogliamo non dobbiamo neanche comprarla, dico bene ?

exion
20-01-2005, 22.13.04
Originariamente inviato da Doomboy


In questo caso, il problema non è il governo: Il problema è la sicurezza necessaria in una centrale nucleare.

La faciloneria ed il pressapochismo tipico nostrano mal si rapportano alle peculiarità di gestione e controllo di una centrale atomica.

Se non fosse per questo, sarei pienamente favorevole a tale risorsa energetica, che se usata con la giusta diligenza (e ce ne vuole tanta), è più pulita e redditizia di ogni altra attualmente conosciuta.

concordo pienamente.

Però....

Ci sono centrali nucleari in Romania, Bielorussia, Slovenia, Lituania, Slovacchia, etc...

Non posso immaginare che l'Italia possa rivelarsi, nella gestione del nucleare, peggio di questi paesi certo nobilissimi, ma pur sempre dall'economia e dal livello tecnico non proprio elevatissimo. Inoltre in Bielorussia e Romania, è risaputo, la corruzione dei funzionari è endemica e generalizzata.

Comunque sono contrario per un altro motivo.

Qui a Sanremo dai miei salta la luce tutte le mattine da 6 mesi. Pochi secondi, ma abbastanza da interrompere il lavoro al PC o creare potenziali danni alle apparecchiature elettriche/elettroniche.

Motivo ufficiale: gli stornelli :rolleyes:
Che si appoggerebbero sui cavi dell'alta tensione provocando corto circuiti.

Io agli stornelli che vanno ad arrostirsi non ci credo affatto. Invece so da fonte certa (impiegato ENEL in pensione) che il 90% della rete elettrica del ponente ligure risale agli anni '50. E' vetusta, ridotta in condizioni pietose, e progettata per un carico che era il 10% di quello attuale.

Quindi per la centrale nucleare in Italia vale lo stesso identico discorso che per il ponte sullo stretto di Messina: a che serve una meraviglia della tecnologia industriale da XXI secolo, se dietro tutte le infrastrutture sono da metà del XX secolo?

Albachiara
20-01-2005, 22.21.51
Originariamente inviato da exion

Qui a Sanremo dai miei salta la luce tutte le mattine da 6 mesi. Pochi secondi, ma abbastanza da interrompere il lavoro al PC o creare potenziali danni alle apparecchiature elettriche/elettroniche.

Motivo ufficiale: gli stornelli :rolleyes:
Che si appoggerebbero sui cavi dell'alta tensione provocando corto circuiti.


Uccelletti ai formaggi

Ingredienti

15 uccelletti, i fegati degli uccelletti, 100 g di parmigiano grattugiato, 70 g di gruviera, 70 g di taleggio, latte, alloro, vino bianco, pangrattato, 1 uovo, burro, sale.

Preparazione

Raschiate accuratamente la crosta al taleggio (senza toglierla) e tagliatelo poi a scaglie; ammorbidite il gruviera con poco latte tiepido aiutandovi con un cucchiaio di legno; tritate finemente i fegatini. Amalgamate molto bene il taleggio, il gruviera, il parmigiano, i fegatini, il tuono di un uovo e poco pangrattato. Farcite gli uccelletti (che avrete precedentemente pulito e svuotato) con il ripieno ai formaggi e chiudeteli con uno stecchino. Fateli rosolare nel burro aggiungendo una foglia d'alloro; bagnateli con vino bianco, alzate la fiamma per farlo evaporare, quindi abbassate e cuocete per mezzora. Se fosse necessario bagnate con altro vino durante la cottura.


E se non bastasse ... POLENTA E USEI :o

Nothatkind
20-01-2005, 22.24.35
Originariamente inviato da Albachiara


Uccelletti ai formaggi
E se non bastasse ... POLENTA E USEI :o

http://forumspam.articblue.nl/post_related/whocares/images/0429.jpg

:D :D

LoryOne
20-01-2005, 22.26.42
...Quando la corrente...ti riempie lo stomaco !
Grande Alba :D

Albachiara
20-01-2005, 22.29.15
A tavola ragassiiiiiiiiii :o !

LoryOne
20-01-2005, 22.30.54
Io intanto mi accomodo (Y) :)

Lu(a
20-01-2005, 22.34.59
Madò, basta un accenno e si finisce fuori tema a sparar cazzate :p, UNICI :)

Frequency
20-01-2005, 22.37.28
Originariamente inviato da Lu(a
Madò, basta un accenno e si finisce fuori tema a sparar cazzate :p, UNICI :)


:D
MITTTICI!!:o :cool:

Thor
20-01-2005, 23.34.50
d'accordissimo col nucleare. è stata una cazzata lasciarlo stare, con quel maledetto referendum, anni fa..e ora ci ritroviamo nella merda, e dipendenti dal petrolio..

Giorgius
20-01-2005, 23.55.33
No al nucleare, finchè non verrano realizzate le prime centrali a "fusione".
http://www.argoeditore.net/orologio/Archivio/oro125/editoriale.htm

LoryOne
21-01-2005, 08.09.45
"La fase della costruzione vera e propria del reattore sperimentale Iter, che avverrà sotto la direzione ed il controllo di un apposita autorità internazionale (la International Fusion Energy Organization), inizierà nel 2014 e durerà circa 20 anni, per terminare con lo smontaggio del reattore e, si spera, l’accumulo “nel cassetto” di tutte le conoscenze necessarie per poter progettare la costruzione di una vera centrale di produzione di energia elettrica a fusione termonucleare"

Dunque:
La fase di costruzione inizierà nel 2014 e durerà circa 20 anni, quindi per altri 2014-2005=9 anni non la si potrà utilizzare, poi si aspetterà altri 20 anni per acquisire le dovute conoscenze per progettare una una vera centrale di produzione di energia elettrica.

Tutto ciò è sorprendente.
Il fabbisogno energetico è attuale, in continua crescita e dobbiamo attendere 9 anni.
Allora è come pensavo ed ho sempre sostenuto:
Utilizzare da subito il nucleare investendo tempo e risorse per limitare il pericolo di contaminazioni

Luke
21-01-2005, 08.19.21
Mah....
Io sarei favorevole, ma conoscendo noi italiani, lascerei perdere....

non riusciamo a far niente di serio e veramente bene, primo perchè vogliamo guadagnarci su di più di quello che è giusto, peggiorandone ovviamente il servizio, poi per i politici che abbiamo che cambiano idea da un mese all'altro...

Guardate le ferrovie in questo periodo.
Se arrivano treni in ritardo o ne sopprimono, creano disagio, perchè?
Perchè (dicono) che ne hanno ridotto il numero, dimezzato le spese per le pulizie sui vagoni, eliminato qualche centinaio di lavoratori e hanno assunto personale a tempo determinato.

Cosa pensate, che non succederà anche cosi per le centrali? Bhe io sono un pendolare convinto e sono SICURO che se non si arriverà a questa stregua, ci mancherà poco... sempre ribadendo il concetto di noi italiani...

Già mi immagino un Homer Simpson che alla richiesta di fermarsi 10min di più del solito risponde "Ma io ho familia, non posso, devo andare", e guardacaso, doveva fare un giro di controllo del sistema di raffreddamento :D


Noi italiani siamo buoni solo a farci intortare con telefonini e qualsiasi cosa che riguardi il calcio.

dave4mame
21-01-2005, 09.13.26
Originariamente inviato da Downloader


Scusa, ma quali energie alternative?

Tutte quelle attualmente usate come quella eolica, idroelettirica e solare non possono minimamente soddisfare la richiesta minima giornaliera.

sono favorevole al nucleare per i motivi che sono già stati esposti.


però con un minimo di raziocinio.

per dio, i pannelli solari li montano in SVEZIA!

DavideDave
21-01-2005, 09.14.13
Originariamente inviato da Downloader
Se ci fosse la reale opportunita di riaprire, anzi di ricreare centrali nucleari io sarei daccordo al 100%, basta pero che non rivenga fatto n referendum perchè queste cose non possono essere lasciate alla ignoranza della gente come purtoppo nell'87 è stato fatto.

evviva la democrazia :rolleyes:

dave4mame
21-01-2005, 09.18.55
ah, ci aggiungo la miglior fonte di energia alternativa; il risparmio energetico.

la quantità di energià che OGNUNO di noi spreca quotidianamente è impressionante.

Lu(a
21-01-2005, 09.23.35
Originariamente inviato da dave4mame


la quantità di energià che OGNUNO di noi spreca quotidianamente è impressionante.

Io sono del parere che non devo essere costretto a risparmiare energia elettrica solo perchè la mia nazione è incapace a produrne, io devo essere libero di usare quanta energia voglio (ovviamente accettando i relativi costi) e il mio paese deve darmi questa possibilità... i tagli della corrente d'estate (che qui per fortuna non sono mai avvenuti sennò andavo colla mazza ferrata all'Enel) sono qualcosa di pietoso, da terzo mondo (ma noi non ne siamo tanto lontani), siamo arrivati alla divisione dell'energia elettrica....mah!

DavideDave
21-01-2005, 09.25.19
Originariamente inviato da Lu(a


Io sono del parere che non devo essere costretto a risparmiare energia elettrica solo perchè la mia nazione è incapace a produrne, io devo essere libero di usare quanta energia voglio (ovviamente accettando i relativi costi) però devo essere sicuro che ne avrò quanta ne voglio.

in realtà bisognerebbe risparmiare energia a prescindere perchè cmq non è infinita

anche nel caso nel nucleare... piu' energia usi... piu' scorie vengono prodotte... insomma... meno si spreca e meglio è...in tutto...

Giorgius
21-01-2005, 09.59.47
Sulle Centrali atomiche a Fissione (le attuali), oltre alle pericolosissime scorie che nessuno (in Italia e all'estero) vorrebbe avere a pochi decine di Km da casa, le continue segnalazioni di "guasti" delle Centrali Atomiche giapponesi e il recente nuovo allarme per la Centrale Atomica di Chernobyl (fuoriuscita di materiale radioattivo sotto il suolo della Centrale e nuovi guasti all'ultimo reattore ancora in attività), devono far riflettere tutti su queste Centrali stile "bomba a tempo".

Se la ricerca sulla fusione partiva seriamente 30 anni fa, certamente saremo già stati oggi in grado di avere alcune centrali atomiche "pilota" a fusione perfettamente funzionanti.

Ricordiamoci che le scorie delle Centrali a fissione (barre di uranio esaurito, etc.), sono ancora materiale di rivendita al mercato nero (vedi vicende russe) ed il pericolo utilizzo-terrorismo ai giorni nostri rimane sempre in agguato. :(

dave4mame
21-01-2005, 10.04.29
Originariamente inviato da Lu(a


Io sono del parere che non devo essere costretto a risparmiare energia elettrica solo perchè la mia nazione è incapace a produrne, io devo essere libero di usare quanta energia voglio (ovviamente accettando i relativi costi) e il mio paese deve darmi questa possibilità... i tagli della corrente d'estate (che qui per fortuna non sono mai avvenuti sennò andavo colla mazza ferrata all'Enel) sono qualcosa di pietoso, da terzo mondo (ma noi non ne siamo tanto lontani), siamo arrivati alla divisione dell'energia elettrica....mah!


della serie vivi, godi e fottitene.

poi però quando alla gente piazzi una centrale a meno di 500 km di distanza chissà perchè si incazza.

dave4mame
21-01-2005, 10.05.54
Originariamente inviato da Giorgius

Ricordiamoci che le scorie delle Centrali a fissione (barre di uranio esaurito, etc.), sono ancora materiale di rivendita al mercato nero (vedi vicende russe) ed il pericolo utilizzo-terrorismo ai giorni nostri rimane sempre in agguato. :(

ecco.. questo è oggettivamente un argomento "pesante"...

Eccomi
21-01-2005, 10.50.25
Originariamente inviato da Doomboy


La faciloneria ed il pressapochismo tipico nostrano mal si rapportano alle peculiarità di gestione e controllo di una centrale atomica.


(Y) :(

Nucleare? No, no e NO! :anger:

Daniela
21-01-2005, 11.03.58
Uh la mafia col nucleare ci andrebbe a nozze! :D

infinitopiuuno
21-01-2005, 12.30.21
Originariamente inviato da dave4mame
ah, ci aggiungo la miglior fonte di energia alternativa; il risparmio energetico.

la quantità di energià che OGNUNO di noi spreca quotidianamente è impressionante.

Superquote! E non solo dell'energia ma dell'ACQUA!
Bravo Dave4name.....mi sei piaciuto(L)...scusa sono le nicorette:D

BlackJack84
21-01-2005, 12.31.10
Originariamente inviato da Giorgius
No al nucleare, finchè non verrano realizzate le prime centrali a "fusione".
http://www.argoeditore.net/orologio/Archivio/oro125/editoriale.htm

(Y) Proprio il progetto a cui mi riferivo, ma non avendo sottomano i miei numeri di Newton... :p
Anche se non ricordavo tempi così lunghi; che si ridurrebbero drasticamente se, come giustamente hai sottolineato, si investisse seriamente in questa direzione, rendendola un'alternativa concreta ad altre fonti di energia e non un'utopia fantascientifica come, a quanto vedo, è ancora da molti considerata.

dave4mame
21-01-2005, 12.33.59
Originariamente inviato da infinitopiuuno


Superquote! E non solo dell'energia ma dell'ACQUA!
Bravo Dave4name.....mi sei piaciuto(L)...scusa sono le nicorette:D


butto li a casaccio:
quanti elettrodomestici avete in casa che stanno in "standby" ?

infinitopiuuno
21-01-2005, 14.54.09
Originariamente inviato da dave4mame



butto li a casaccio:
quanti elettrodomestici avete in casa che stanno in "standby" ?

Io, a parte il ferro da stiro, praticamente tutti per una questione legata all'orologio.....si dice che disattivando lo stand-by, si risparmierebbe fino al 10% di energia.

Però sono più sensibile verso il problema acqua.

Downloader
21-01-2005, 15.17.43
Originariamente inviato da Giorgius
No al nucleare, finchè non verrano realizzate le prime centrali a "fusione".
http://www.argoeditore.net/orologio/Archivio/oro125/editoriale.htm

Guarda che l'energia che l'italia usa è prodotta con centrali nucleari, poi la storiella dell'italiano che non è capace è veramente una cazz@ata, in italia c'è tanta e ripeto tanta gente competente e mi dispiace che questi stupidi luoghi comuni abbiano messo le radici anche negli stessi italiani.

Senza poi contare la stupidissima paura che c'è nel caso si verificasse un incidente, perchè se la centrale esplode in francia ci cambia quache cosa?
Se da Cernobil le scorie nocive sono arrivate se pur lievemente fino in Italia...

p.s. la tecnologia di cui parli è ancora lontana dall'essere attuabile.

Brunok
21-01-2005, 15.31.43
Originariamente inviato da Eccomi


(Y) :(

Nucleare? No, no e NO! :anger:

(Y)

Originariamente inviato da Downloader


Guarda che l'energia che l'italia usa è prodotta con centrali nucleari, poi la storiella dell'italiano che non è capace è veramente una cazz@ata, in italia c'è tanta e ripeto tanta gente competente e mi dispiace che questi stupidi luoghi comuni abbiano messo le radici anche negli stessi italiani.

Senza poi contare la stupidissima paura che c'è nel caso si verificasse un incidente, perchè se la centrale esplode in francia ci cambia quache cosa?
Se da Cernobil le scorie nocive sono arrivate se pur lievemente fino in Italia...

p.s. la tecnologia di cui parli è ancora lontana dall'essere attuabile.


Beh, in Italia c'è gente capace, come no... di fare disastri con le loro disattenzioni di sicuro!

Stupida paura? No istinto di sopravvivenza!

Downloader
21-01-2005, 15.40.10
Per tua informazione comunque una centrale nucleare per legge deve avere una serie infinita di controlli in caso di incidente.

Istinto di sopravvivenza?
Che succede al tuo istinto se esplode una centrale nucleare in Francia?

DavideDave
21-01-2005, 15.47.39
Originariamente inviato da Downloader
Per tua informazione comunque una centrale nucleare per legge deve avere una serie infinita di controlli in caso di incidente.

Istinto di sopravvivenza?
Che succede al tuo istinto se esplode una centrale nucleare in Francia?

no dai ma tu stai dicendo seriamente?!

cioè sono appena morti dei cristiani perchè si son scontrati due treni (in quale anno è stato inventato il treno!?! :devil: ) e sei così "speranzoso" dell'ipotetica buona gestione di una forma di energia così pericolosa come quella nucleare?! qui in italia!?!?

Downloader
21-01-2005, 15.49.51
Guarda che fino all'87 l'italia produceva corrente con il nucleare ma nessuno diceva niente.

DavideDave
21-01-2005, 15.51.23
Originariamente inviato da Downloader
Guarda che fino all'87 l'italia produceva corrente con il nucleare ma nessuno diceva niente.

eh...e allora?!

poi ci siamo accorti che è un po' pericoloso e l'abbiamo mollato

magari "sperando" che lo facessero anche i nostri vicini

mo' ricominciamo da capo?!

dave4mame
21-01-2005, 15.56.28
sai perchè l'aereo (che pure è molto più complicato di un treno o di una macchina) è più sicuro?

perchè il linea di massima tanto più una cosa è "complicata", tanto più la si controlla.

saremo anche italian-pasta/pizza/mandolino, però quando ci mettiamo siamo pure bravi...

Nothatkind
21-01-2005, 16.04.12
Piuttosto di impelagarci nel nucleare, mai sentito del "Progetto Archimede"?

http://www.controluce.it/giornali/a12n11/13-culturaescienza-progettoarchimede.htm

Di energia solare ne potremmo avere a iosa, molta più della Germania, che ne fa un uso molto più ampio rispetto all'Italia...

:)

I problemi di costo sarebbero relativi; intendo dire, per avviare un decente programma nucleare, magari a fusione, ci vorrebbe una barca di soldi ed un sacco di tempo...

dave4mame
21-01-2005, 16.08.09
ah, ti quoto tanto.

oh... siamo un paese che fa andare il boiler per scaldare l'acqua IN AGOSTO!

Downloader
21-01-2005, 16.15.01
Originariamente inviato da DavideDave


eh...e allora?!

poi ci siamo accorti che è un po' pericoloso e l'abbiamo mollato


Gia bel modo in cui l'abbiamo mollato, comprando l'energia da un paese confinante che per di piu usa lo stesso metodo che usava l'italia.

DavideDave
21-01-2005, 16.16.47
Originariamente inviato da Downloader


Gia bel modo in cui l'abbiamo mollato, comprando l'energia da un paese confinante che per di piu usa lo stesso metodo che usava l'italia.

eh...e allora?!

ricominciamo da capo o prendiamo un'altra strada definitivamente? direi di prendere un'altra strada no? almeno almeno per non fare ulteriormente la figura dei cioccolatai

dave4mame
21-01-2005, 16.17.04
beh, se scoppia producendo la nostra energia potremmo sempre dire "ehi! ma non siamo stati noi!".
chissà se basta a fermare il fall-out...

Downloader
21-01-2005, 16.18.27
Originariamente inviato da Nothatkind
Piuttosto di impelagarci nel nucleare, mai sentito del "Progetto Archimede"?

http://www.controluce.it/giornali/a12n11/13-culturaescienza-progettoarchimede.htm

Di energia solare ne potremmo avere a iosa, molta più della Germania, che ne fa un uso molto più ampio rispetto all'Italia...

:)

I problemi di costo sarebbero relativi; intendo dire, per avviare un decente programma nucleare, magari a fusione, ci vorrebbe una barca di soldi ed un sacco di tempo...

I progetti alternativi sono lodevolissimi e mi interessano anche molto, ma qui il discorso non è di alimentare un pesello ma una nazione intera e le possibilita di produzione di energia con altre risorse è inattuabile allo stato delle cose perchè la domanda di energia richiesta è e sara sempre superiore alla produzione, e poi la sera che succederebbe?

Downloader
21-01-2005, 16.19.39
Originariamente inviato da DavideDave


eh...e allora?!

ricominciamo da capo o prendiamo un'altra strada definitivamente? direi di prendere un'altra strada no? almeno almeno per non fare ulteriormente la figura dei cioccolatai

E quale altra strada è stata intrapresa in questi 18 anni?

DavideDave
21-01-2005, 16.20.51
Originariamente inviato da Downloader


E quale altra strada è stata intrapresa in questi 18 anni?

scusa io posto oggi 18 anni fa non avevo ancora internet a me interessa del domani

Downloader
21-01-2005, 16.22.20
Si ma pensiamo anche ad ora e a cercare di essere una nazione seria iniziando a non dover dipendere piu dagli altri.

LoryOne
21-01-2005, 16.28.57
Per essere una nazione seria è necessario mettere da parte certe paure.
Impossibile in un paese che crede ancora ai malocchi e non so quanto spende per farsi fare le carte...

LoryOne
21-01-2005, 16.31.48
Quanto ne sappiamo davvero sul nucleare ?
Basta citare Cernobyl incidente di non mi ricordo quanti anni fa e si pongono immediatamente dei paletti. :rolleyes:

Mah.

DavideDave
21-01-2005, 16.38.04
Originariamente inviato da LoryOne
Quanto ne sappiamo davvero sul nucleare ?
Basta citare Cernobyl incidente di non mi ricordo quanti anni fa e si pongono immediatamente dei paletti. :rolleyes:

Mah.

guardando l'immagine del bambino qui sopra non mi viene da mettere troppi :rolleyes: sai?

E NON SONO BUONISTA :mad: ;)

Downloader
21-01-2005, 16.39.23
Originariamente inviato da LoryOne
Quanto ne sappiamo davvero sul nucleare ?
Basta citare Cernobyl incidente di non mi ricordo quanti anni fa e si pongono immediatamente dei paletti. :rolleyes:

Mah.

L'incidente di Cernobyl è stato causato dalla violazione di moltissime norme di sicurezza di cui la centrale non era neanche provvista visto che era stata costruita in maniera molto fatiscente.

Al giorno d'oggi una centrale prima di essere fatta funzionare deve rispondere a numerose norme di sicurezza.

LoryOne
21-01-2005, 17.00.28
Downloader...è inutile.
Il problema sta nel fatto che le centrali nucleari non possono e non devono essere gestite da paesi che non abbiano un livello tecnologico tale da poterselo permettere.
Cernobyl è l'emblema dell'incompetenza assoluta.
Alcuni paesi hanno superato questi paletti (con la ricerca e lo sviluppo), altri no.

Ci si ferma a considerare i fatti, non le motivazioni dell'errore, quindi non si può pensare di riuscire di non commetterlo più pur continuando ad utilizzare il nucleare.

espiritos
21-01-2005, 18.49.17
Concordo con l'utilizzo del nucleare.
La tecnologià per fare delle centrali ad altissima sicurezza l'abbiamo, per le scorie abbiamo il sito più sicuro d'europa se nn sbaglio o del mondo ?? Cmq uno dei più sicuri e infine risparmieremo anche qualche soldo in più!

Ciao!

Fëanor
21-01-2005, 18.57.25
link interessante per approfondire.

http://www.ecoage.com/ambiente/nucleare/energia-nucleare-vantaggi-e-svantaggi.asp

exion
21-01-2005, 18.58.58
Originariamente inviato da espiritos
Concordo con l'utilizzo del nucleare.
La tecnologià per fare delle centrali ad altissima sicurezza l'abbiamo, per le scorie abbiamo il sito più sicuro d'europa se nn sbaglio o del mondo ?? Cmq uno dei più sicuri e infine risparmieremo anche qualche soldo in più!

Ciao!


Ah si mi pare di ricordare... Avevo letto qualcosa a proposito...


E' una grotta sotto una villa di Arcore se non ricordo male :D


No scherzi a parte... Quale sarebbe questo luogo più sicuro al mondo? :confused:

infinitopiuuno
21-01-2005, 19.00.56
Il kilimangiaro?

infinitopiuuno
21-01-2005, 19.04.17
C'è una cosa che non mi convince troppo delle centrali nucleari.
In Francia ce ne sono una marea...vabbeh che vende un pò di energia qua e la ma sono tante.

Sarei quindi d'accordo se ne bastassero, che ne sò, 5 per soddisfare l'esigenza di tutti gli italiani...se invece ne occorressero 50 il discorso cambia e di molto e mi terrei le mie inquinanti termoelettriche e idriche se c'è l'acqua.

exion
21-01-2005, 19.14.45
Originariamente inviato da infinitopiuuno
C'è una cosa che non mi convince troppo delle centrali nucleari.
In Francia ce ne sono una marea...vabbeh che vende un pò di energia qua e la ma sono tante.

Sarei quindi d'accordo se ne bastassero, che ne sò, 5 per soddisfare l'esigenza di tutti gli italiani...se invece ne occorressero 50 il discorso cambia e di molto e mi terrei le mie inquinanti termoelettriche e idriche se c'è l'acqua.

Sono esattamente 20

http://www.edf.fr/index.php4?coe_i_id=39
(bisogna cliccare a destra sull'iconcina "nucleaire" per far apparire sulla mappa tutti gli insediamenti)

Alcune di esse sono vecchie di 40 anni.

La sicurezza non è discussione. Però in compenso ci si chiede chi pagherà il rinnovamento o la sostituzione delle centrali più vecchie.

exion
21-01-2005, 19.16.31
dimenticavo: la Francia esporta ogni anno verso l'estero (principalmente Belgio e Italia) l'equivalente del fabbisogno complessivo del Belgio in un anno solare.

Le vostre bollette esose dell'ENEL pagano l'ettricità francese di EDF, permettendo a noi francesi di avere bollette più leggere :devil:

infinitopiuuno
21-01-2005, 19.17.53
Originariamente inviato da exion


Sono esattamente 20


Ecco, forse questo è uno dei tanti nodi..le centrali nucleari non sono così potenti come molti credono e quindi se alla Francia ne servono 20 all'Italia ne servirebbero altrettante...mica d'accordo:o

exion
21-01-2005, 19.27.48
Originariamente inviato da infinitopiuuno


Ecco, forse questo è uno dei tanti nodi..le centrali nucleari non sono così potenti come molti credono e quindi se alla Francia ne servono 20 all'Italia ne servirebbero altrettante...mica d'accordo:o

Non ne sono sicuro.

La Francia ha puntato tutto sul nucleare sin dagli anni '60.
Oggi l'89% della produzione nazionale di energia elettrica proviene dal nucleare.

L'Italia invece potrebbe adottare una soluzione intermedia, costruendo un numero contenuto di centrali per compensare quel che le centrali termiche e idrauliche non riescono a fornire.
Non credo che allo stato attuale nessuno immagini per l'Italia un produzione elettrica nucleare pari all'89% del totale.

In compenso, tutto ciò (che scopro stasera) mi lascia assai perplesso sulla politica energetica francese.
Abbiamo bollette più basse che nel resto d'Europa. Molto bene.
Vendiamo energia all'estero, con netti benefici sul PIL e sulla bilancia commerciale. Benissimo.

Però ammettiamo che domani succeda un incidente grave in una di queste centrali, che metta in luce un difetto di sicurezza e obblighi alla chiusura preventiva di tutte le centrali dello stesso tipo.... Restiamo al buio! :eek:

infinitopiuuno
21-01-2005, 19.29.42
Originariamente inviato da exion


Restiamo al buio! :eek:

Se ti sposti di 100 metri a Est, troverai la luce:)

exion
21-01-2005, 19.44.23
Originariamente inviato da infinitopiuuno


Se ti sposti di 100 metri a Est, troverai la luce:)

No perché se tagliano in Francia, tagliano prima di tutto le esportazioni. E la prima zona a rimanere al buio sarebbe il ponente ligure: c'è un elettrodotto "preferenziale" che parte da Marsiglia e alimenta fino a Imperia.

E' quello che ci ha permesso, durante il black out del 28 settembre 2003, di essere l'unica zona d'Italia con la luce.

In compenso, se il black out totale è in Francia, la provincia di Imperia è la prima e forse l'unica a "saltare" in Italia.

succhione
21-01-2005, 19.48.19
...noi con il nostro 20% di nucleare importato..mandiamo avanti la baracca male..ma almeno le vetuste centrali termo..reggono x ora..e non si fondono in un enorme fungo...